Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 09:30 a 13:00

Evento inaugurale di FORUM PA 2015 [ sc.01 ]


In collaborazione con

Programma dei lavori

Saluti di Benvenuto di Roma Capitale ai partecipanti a Forum PA 2015

Nieri
Intervento di Luigi Nieri all'Evento inaugurale di FORUM PA 2015
Luigi Nieri Vicesindaco di - Roma Capitale Biografia Vedi atti Guarda il video

Classe 1954, sposato con due figli, impiegato della Provincia di Roma, comincia il suo impegno politico nei movimenti sociali per la difesa del territorio e dell'ambiente, il diritto alla casa e al lavoro. Nel 1989 viene eletto nelle liste dei Verdi e ricopre l'incarico di consigliere di opposizione. Nel 1997 viene eletto nuovamente consigliere come indipendente nella liste di Rifondazione Comunista e nominato Presidente della Commissione Ambiente. Introduce, in Campidoglio, per la prima volta, i temi dell’Altra Economia e il censimento delle attività equo e solidali del territorio. Nel 2001 diventa Assessore alle Periferie nella prima Giunta Veltroni. Si occupa della riqualificazione delle aree degradate e della promozione dell'occupazione giovanile. Alle elezioni regionali del 2005 è primo degli eletti nelle liste del Prc e assume l'incarico di Assessore al Bilancio della Regione Lazio. In questi anni porta alla luce il debito di 10 miliardi di euro fuori bilancio, ed è promotore di esperienze come il bilancio partecipato, il microcredito e il reddito minimo garantito. Nelle elezioni regionali del 2010 viene eletto consigliere di opposizione nelle liste di Sel e svolge il ruolo di Capogruppo nel Consiglio Regionale del Lazio. Nel 2013 diventa consigliere dell'Assemblea capitolina con Sel.

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_2_nieri_luigi.mp3

Chiudi

I SESSIONE

Ore 9.30 - L'Italia che vogliamo: scenari per un futuro possibile basato sull’innovazione

Il digital champion italiano, Riccardo Luna, presenta cinque casi di innovazione e sei aziende leader in altrettanti campi dello sviluppo digitale   

Presenta e coordina

Luna
Intervento di Riccardo Luna all'Evento inaugurale di FORUM PA 2015
Riccardo Luna Digital Champion italiano Biografia Vedi atti Guarda il video

Riccardo Luna è un giornalista italiano nato a Roma il 20 marzo del 1965

Nel 1991 è capocronista di La Repubblica e diventa caporedattore nel 1998.
Successivamente è Vice direttore del Corriere dello Sport. Nel febbraio del 2009 è nominato direttore della nascente rivista Wired Italia, omonima della rivista americana che si occupa di tecnologia. È stato il promotore dell'iniziativa "Internet for Peace" con l'obiettivo di candidare la rete Internet al Premio Nobel per la Pace.

Il 14 novembre cura Happy Birthday Web!, la conferenza per i 20 anni del world wide web, che si tiene a Roma al Tempio di Adriano e vede la partecipazione di Tim Berners Lee co-inventore del WWW.

Dal 2012 è socio e membro del Consiglio di Amministrazione dell'ONG Oxfam Italia.

Primo e attuale presidente di Wikitalia, associazione italiana di civic hacker per l'open government. Guida progetti di trasparenza e partecipazione nei comuni di Firenze e Matera, e alla fine del 2012 Open Ricostruzione, la piattaforma per la ricostruzione post sisma, che viene donata all'Emilia.

Lancia e dirige la rivista online CheFuturo!, il lunario della innovazione (premiato come miglior blog italiano dal premio WWW del Sole 24 ore).
Conduce a Bologna la prima Repubblica delle Idee, un festival di Repubblica. Al suo interno c'è Next, uno spettacolo sulla innovazione italiana che dal 2014 assumerà vita propria.

Il 21 marzo 2013 lancia il sito StartupItalia!, nuova testata e community dedicata agli startupper.

Nel 2013 pubblica il libro "Cambiamo tutto! La rivoluzione degli innovatori".

Nel 2014 viene nominato Digital Champion, cioè il referente per l'Italia per la politica dell'Agenda Digitale Europea.

Chiudi

Open Data e trasparenza

Menduni
"Portale Soldi pubblici e ItaliaValore”: un esempio di accountability
Giovanni Menduni Professore associato Dipartimento di Ingegneria Civile ed Ambientale - Politecnico di Milano Vedi atti Guarda il video

Atti di questo intervento

sc01_4_menduni_giovanni.mp3

Chiudi

Fanizzi
Trasparenza e partecipazione come fattori di sviluppo
Marco Fanizzi Amministratore Delegato - EMC Biografia Vedi atti Guarda il video

Manager di grande esperienza, Marco Fanizzi dal 2013 è Amministratore Delegato e Direttore Generale di EMC Italia, ruolo assunto dopo essere stato per un anno e mezzo Country Manager dell’azienda. Sua responsabilità è indirizzare la strategia aziendale e continuare a rafforzare il posizionamento della società a fronte dell’innovazione del suo portafoglio di soluzioni e servizi.

Grazie alla visione internazionale di ampio respiro e alla capacità di identificare le necessità aziendali trasformandole in concrete opportunità di business, Fanizzi ha portato EMC Italia ad essere riconosciuta dal quartier generale come la country più performante dell’area EMEA del 2015.

Il suo mandato è sempre stato caratterizzato da un'attenzione costante alle persone – principale motore di innovazione – e allo sviluppo di soluzioni e servizi volti all’acquisizione e al rafforzamento di quote di mercato. Lunga e diversificata la sua carriera nel settore Information technology: entrato in EMC nel 2010 come Sales Manager per il mercato Finance, in precedenza ha lavorato per sei anni in Symantec, dove ha ricoperto diversi ruoli di Sales Management - in particolare nell’area enterprise - fino ad assumere il ruolo di Sales Manager. Ancora prima, Fanizzi ha
maturato cinque anni in Sun Microsystems e nove anni in Italtel.

Marco Fanizzi, 48 anni, è sposato e ha due figli. Oltre alla vela e al golf che pratica da alcuni anni, Fanizzi è un appassionato delle Start-Up e da sempre mette la sua esperienza a supporto dei giovani.

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_5_fanizzi_marco.mp3

Chiudi

Malagnino
“Piemonte Visual Contest”: uso sociale dei dati geografici pubblici
Fabio Malagnino Consiglio regionale - Regione Piemonte Biografia Vedi atti Guarda il video

Giornalista professionista, responsabile Open Government per il Consiglio regionale del Piemonte.

Sono tra gli estensori delle prime leggi italiane su wifi libero e open data, approvate in Regione Piemonte, e presidente del Comitato Torino Digitale, rete di innovatori nata per supportare le amministrazioni locali nello sviluppo digitale.

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_7_malagnino_fabio.mp3

Chiudi

Paolicelli
“Open data e innovazione a Matera capitale europea della cultura”
Francesco Piero Paolicelli OpenData Manager - Comune di Matera Biografia Vedi atti Guarda il video

Eclettico, ho alternato la gestione commerciale con quella tecnica per conto di Telecom Italia Impresa Semplice, Alcatel TLC, CISCO Networks, Samsung Networks. Da alcuni anni mi occupo prevalentemente di sviluppo applicazioni iOS, Android ed ora su API Telegram. Dal 2013 mi occupo della gestione e della promozione della candidatura di Matera a Capitale della Cultura 2019 attraverso il portale della Community e promuovo sui social networks il processo di candidatura. Ho curato il progetto OpenData del Comune di Matera e curo il processo partecipativo per la crescita e diffusione di OpenStreetMap nella città dei Sassi. Nel 2013 il Comune di Matera ha vinto il primo premio openGeoData d'Italia. Nel 2014 ho fatto parte della Task Force per l'Agenda Digitale della Regione Basilicata ed ho partecipato all'organizzazione del Go on Basilicata. FIno al 2016 ha seguito il Comune di Lecce per il processo OpenData e OpenGov. Nel 2015 il Comune ha vinto il premio E-Gov come miglior Comune d'Italia per gli openData partecipativi e collaborativi. Attualmente seguo i Comuni di Terlizzi, Galatone e Francavilla Fontana. Sono membro attivo dei club CoderDojo di Puglia e Basilicata insegno Coding per il PON Indire Edoc@Work alle insegnanti delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Inoltre sono fieramente membro del direttivo di Wikitalia. Tutti mi chiamano Piersoft.

Chiudi

Innovazione – Makers

Venturi
Competenze ed esperienze di trasformazione digitale per una PA orientata ai cittadini
Stefano Venturi Amministratore Delegato - HP Vedi atti Guarda il video

Atti di questo intervento

sc01_8_venturi_stefano.mp3

Chiudi

Cogo
“FabLab in Veneto”: una rete veneta di laboratori innovativi
Gianluigi Cogo AD Veneto e responsabile del progetto #pmicloud Biografia Vedi atti Guarda il video

Da anni facilita i processi che sfruttano le nuove tecnologie e diffonde la cultura digitale nella PA. 

In rete dai primissimi anni '90, a Venezia fonda la prima rete civica 'Venice On-Line' e poi il primo portale cittadino: 'Venezia.Net'.
Verso la fine degli anni '90 fonda, assieme ad altri colleghi, il primo network dei comuni della Provincia di Venezia 'Polo Est' e infine uno dei primi social network italiani: 'Networkingitalia.it'.  Presso la Regione Veneto, dove attualmente si occupa di Agenda Digitale, progetti comunitari e competenze digitali, ha creato la  prima intranet collaborativa 2.0. In ambito di coordinamento fra le regioni italiane coordina il gruppo
interregionale “IoT, big data e smartness”.

Ha sviluppato Ritef, la 'rete delle regioni per l'e-learning' ed è stato fin dai primi anni 2000 uno dei protagonisti del Cisco Networking Academy in Italia.  E' docente a contratto all'Università Ca' Foscari dove tiene il corso  'Social Media' e svolge consulenze per università, ministeri e agenzie
governative per divulgare le dinamiche e i valori della  'collaborazione e della partecipazione'.  Presidente di Assint (associazione per lo sviluppo dell'innovazione e  delle nuove tecnologie), membro dell'esecutivo dell'Istituto per le politiche dell'innovazione, già direttore scientifico del premio eGov e fondatore dell'Associazione Italiana per l'Opengovernment di cui è  stato Segretario Generale.

Attualmente è Digital Champion per la città di Venezia. E' molto attivo in rete con il suo blog: http://webeconoscenza.gigicogo.it e
collabora continuamente con diverse istituzioni per master e corsi sull'Opengoverment-data, Social Media e sistemi di web collaboration.

Autore dei libri "La cittadinanza digitale" e "I siti web della  pubblica amministrazione". "I Social Network per la PA" e "Business Networking", nonchè coautore di "Tecnologie digitali per la comunicazione pubblica".

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_9_cogo_gianluigi.mp3

Chiudi

Soldi e infrastrutture

Battiferri
Le nuove imprese innovative cambiano il Paese
Simone Battiferri Direttore Divisione Business di Telecom Italia - e Presidente Olivetti Biografia Vedi atti Guarda il video

Nasce a Roma nel 1967 ed è laureato in Ingegneria.

Dal 12 febbraio 2016 è Direttore della Divisione ICT Solutions & Service Platforms di TIM | Telecom Italia.

Entra nel Gruppo Telecom Italia nel 2001 come Responsabile Marketing della Business Unit Datacom - eBusiness Solutions e, successivamente, Responsabile Marketing Web di Telecom Italia Domestic e Responsabile di Business Opportunity Evaluations - International.

Ad inizio 2006 inizia una fase che lo vede impegnato all'estero con la nomina a Direttore Marketing di Telecom Argentina, ruolo che ricopre fino a marzo 2007, quando diventa Chief Operating Officer della Unità di Telefonia Fissa della stessa azienda. A luglio 2009 è nominato COO della nuova BU di Telefonia Fissa e Grandi Clienti.

A febbraio 2010 rientra in Telecom Italia dove gli viene assegnata la responsabilità della Divisione Top Clients. A dicembre 2012, a valle dell'integrazione della Divisione Top Clients & Public Sector con quella Business, viene nominato Direttore della Divisione Business di Telecom Italia, dedicata al mercato Domestic, con un portafoglio gestito di circa 1.7 milioni di aziende fra grandi gruppi industriali, pubbliche amministrazioni centrali e locali e aziende di piccole e medie dimensioni.

Da febbraio 2016 è Direttore della nuova Divisione ICT Solutions & Service Platforms a cui fanno riferimento, tra le altre, le società Olivetti, della quale è stato Presidente dall'agosto 2014 al dicembre 2015, e Telecom Italia Sparkle, oltre alle Medie e Grandi Imprese italiane e all'intera Pubblica Amministrazione.

Prima di entrare nel Gruppo Telecom, tra le varie esperienze svolte, ha trascorso alcuni anni in Etnoteam, dove ha ricoperto ruoli di importanza crescente e che ha lasciato come Vice President per il Mercato Telecomunicazioni e Media e Responsabile degli Etnoteam Labs.

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_11_battiferri_simone.mp3

Chiudi

Novelli
L’innovazione per lo sviluppo sostenibile dei territori
Andrea Novelli Direttore Generale - Cassa Depositi e Prestiti Biografia Vedi atti Guarda il video

Andrea Novelli è stato nominato Direttore Generale di Cassa depositi e prestiti Spa con decorrenza 1 ottobre 2014.

Entrato in CDP nel 2004, ha assunto la responsabilità dell'Area Pianificazione e Controllo di Gestione. Dal 2009 a gennaio 2014 è stato responsabile dell'Area Amministrazione, Pianificazione e Controllo e da gennaio 2014 ha ricoperto il ruolo di Responsabile Amministrazione, Finanza e Controllo.

In precedenza ha lavorato per JP Morgan a Londra e Credit Suisse First Boston a Milano.

E' consigliere di amministrazione di Snam dal 2012. E' stato consigliere di amministrazione di Galaxy S.àr.l. dal 2006 al 2013 e financial controller del Supervisory Board di STMicroelectronics dal 2005 al 2014.

Andrea Novelli ha conseguito la laurea in Economia Aziendale presso l'Università Luigi Bocconi di Milano nel 2002 ed ha frequentato corsi di specializzazione presso la Kelley School of Business dell'Indiana University nel 2000.

E' nato il 16 novembre 1978 a San Benedetto del Tronto. E' sposato e ha una figlia.

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_12_novelli_andrea.mp3

Chiudi

Agrizzi
“Un passo per San Luca” : un esempio di crowdfunding per un’opera pubblica
Agnese Agrizzi Presidente - Ginger Biografia Vedi atti Guarda il video

Presidente e co-fondatrice di GINGER. 

Nasce professionalmente nel fundraising e trova nel crowdfunding una interessante evoluzione della ricerca di finanziamenti per start up e imprese innovative e creative. 
Con GINGER cura la creazione di piattaforme e segue la definizione della strategia di campagne di crowdfunding. La sua attività si focalizza sulla consulenza al project management e alle strategie di marketing e community engagement. 
Nel 2013 ha diretto Un passo per San Luca, la campagna di crowdfunding civico per il Comune di Bologna orientata al restauro del portico di San Luca, uno dei monumenti simbolo di Bologna. Un passo per San Luca ha raccolto oltre 339.000 euro in 12 mesi coinvolgendo più di 7.100 donatori.

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_13_agrizzi_agnese.mp3

Chiudi

Cittadinanza digitale

Sassano
Intervento di Anna Pia Sassano al FORUM PA 2015
Anna Pia Sassano Direttore Architetture Digitali e Servizi per la Pubblica Amministrazione - Poste Italiane Biografia Vedi atti Guarda il video

Laureata in Fisica Nucleare, dopo un inizio in ambito consulenza ha sviluppato la propria esperienza professionale in diversi settori passando dalle assicurazioni alle telecomunicazioni e Pubblica Amministrazione, per approdare oggi in Poste Italiane dopo l’esperienza nel gruppo dell’Agenda Digitale presieduto da Francesco Caio.

Il Piano Industriale 2015-2019 di Poste Italiane S.p.A. prevede, come obiettivo strategico di rappresentare un motore di sviluppo inclusivo per accompagnare cittadini, imprese e Pubblica Amministrazione verso la nuova economia digitale. È nell’ambito di questa importante mission aziendale che le è stata affidata la direzione di una nuova struttura per lo sviluppo dell’azienda nell’era digitale: Architetture Digitali e Servizi per la Pubblica Amministrazione.

 

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_16_sassani_annapia.mp3

Chiudi

Servizi condivisi e Reti civiche

D'Alena
La rete civica del Comune di Bologna
Michele D'Alena Settore Comunicazione - Comune di Bologna Biografia Vedi atti Guarda il video

Si occupa di formazione e processi di e-goverment e innovazione sociale per enti pubblici, privati e noprofit. Attualmente coordina le strategie digitali del Comune di Bologna e scrive di innovazione su we4italy, progetto di Unioncamere. Attivo in RENA dal 2012

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_14_d_alena_michele.mp3

Chiudi

De Marchis
Servizi condivisi e razionalizzazione delle infrastrutture: una nuova efficienza per lo sviluppo
Biagio De Marchis Vice Presidente - IBM Biografia Vedi atti Guarda il video

Ingegnere elettronico, classe 1963, Biagio De Marchis è Vice Presidente di IBM Italia dal 2012. Oggi ne guida il mercato ‘Enterprise - Public’, con una responsabilità che abbraccia grandi imprese e settore pubblico.

Dal 2011, De Marchis ricopre anche il ruolo di Presidente della Sistemi Informativi, società del gruppo IBM attiva nella consulenza e nella realizzazione di soluzioni e servizi IT.

Nel contempo De Marchis fa parte della Giunta di Assonime,  del Comitato di Presidenza di UnIndustria, del quale è anche Presidente del Comitato Ricerca e Innovazione, e del Comitato di Presidenza di Assinform.

La sua esperienza manageriale si avvia con l’ingresso in IBM nel 1989. In 25 anni, De Marchis ha via via ricoperto incarichi di crescente responsabilità, sia in Italia che in Europa e negli Stati Uniti, affrontando le sfide portate da un’Information Technology in continua evoluzione.

E’ stato Vice Presidente di Assinform con delega all’Innovazione tra il 2008 e il 2010, Consigliere di Amministrazione di Agrisan SpA dal 2005 al 2008.

Alla laurea con lode, conseguita all’ateneo “La Sapienza” di Roma,  De Marchis ha aggiunto un Master in Business Administration conseguito all’Henley Management College (Oxfordshire, Regno Unito) e diverse specializzazioni in General Management ottenute presso Università internazionali (INSEAD, IMD, HBS).

Chiudi

Atti di questo intervento

sc01_15_demarchis_biagio.mp3

Chiudi

La fatturazione elettronica - Dati e sviluppi

Fiorenzani
Intervento di Paolo Fiorenzani all'Evento inaugurale di FORUM PA 2015
Paolo Fiorenzani Project Manager and IS Architech & Design Specialist - InfoCamere S.C.p.A Vedi atti Guarda il video

Atti di questo intervento

sc01_18_fiorenzani_paolo.mp3

Chiudi

II SESSIONE

Ore 11.30 - Dialogo Italia-Francia sulla riforma della Pubblica Amministrazione

Dialogo pubblico tra il Ministro per la Semplificazione e Pubblica Ammnistrazione italiano e il Segretario di Stato per la RIforma dello Stato e la Semplificazione francese

Madia
Intervento di Marianna Madia all'Evento inaugurale di FORUM PA 2015

"La grande sfida dell’amministrazione pubblica deve accomunare i grandi paesi dell’Europa avanzata. Questa è l’Europa bella, che si contamina in modo positivo per portare sviluppo al Paese”. Così in apertura di FORUM PA 2015 il Ministro della Pubblica Amministrazione e della Semplificazione Maria Anna Madia, invitata con il collega francese Thierry Mandon, Ministro della Riforma dello Stato e della Semplificazione, ad un dibattito pubblico sulle riforme in materia di pubblica amministrazione realizzate o da realizzarsi nei rispettivi Paesi, che ha inaugurato la XXVI edizione di FORUM PA.

Qui l'intervento di apertura.

Dopo aver risposto ai manifestanti che in sala chiedevano maggiori chiarimenti circa il blocco dei contratti nel pubblico impiego, precisando che ogni decisione sarà presa collegialmente in fase di discussione sulla legge di stabilità, la Madia ci tiene a precisare che la riforma della pubblica amministrazione rientra in un progetto complessivo, pensato dal Governo, per rispondere all’attuale crisi: “Non siamo il Governo dove ogni Ministro mette una bandierina” dice.

“Crescita e riforme” sono le parole chiave dell’azione di Governo – dichiara – attirando l’attenzione sul fatto di aver scelto una strategia inversa rispetto a quella adottata da molti paesi europei per uscire dalla crisi, più vicina all’austerità che al cambiamento.

La riforma della pubblica amministrazione punta – nelle parole del Ministro – principalmente sulla digitalizzazione e in particolare sulla cittadinanza digitale. Per cittadinanza digitale si intende un nuovo modo di rapportarsi del cittadino con la pubblica amministrazione, come evidenziato nell’art.1 della nuova legge "Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche". A questa si aggiunge l’identità digitale che entro il 2015 sarà disponibile per 3 milioni di italiani, per arrivare a 10 milioni entro 2017.

Passando per la rioganizzazione delle amministrazioni locali, come definito dalla Legge Delrio. Guarda l'intervento attinente.

Un'importante semplificazione legislativa è anche pensata per aiutare gli amministratori locali e fare chiarezza nel quadro normativo. Questa tocca alcuni settori cruciali: le partecipate, i servizi pubblici locali e il codice degli appalti. Qui l'intervento.

L'evento inaugurale è stata anche occasione per il Ministro Madia per comunicare che entro l'autunno la riforma della dirigenza pubblica, prevista nel disegno di legge in lettura alla Camera, mentre saranno emanati entro quest'anno tutti i decreti attuativi. Qui l'intervento.

Alla Madia sono lasciate le conclusioni dell'incontro dedicate al delicato tema della spending review e in particolare all'art. 7 del testo di riforma della pubblica amministrazione: riorganizzazione e unificazione delle amministrazioni periferiche, accorpamento dei servizi strumentali delle forze dell'ordine e funzioni esclusive per ogni corpo. Qui l'intervento conclusivo.

Maria Anna Madia Ministro per la Semplificazione e Pubblica Amministrazione Biografia Vedi atti Guarda il video

E' Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione nel governo Renzi da febbraio 2014. Laureata, con lode, in scienze politiche (indirizzo politico-economico) all'Università degli studi di Roma La Sapienza, con una tesi sulla teoria economica del mercato del lavoro tra regolazione e sindacato, continua gli studi in economia presso l'Imt di Lucca dove, nel 2008, consegue il titolo di dottore di ricerca con una tesi in economia del lavoro. Dal 2004 collabora con l'Arel, Agenzia di ricerca e legislazione fondata da Nino Andreatta, e dal giugno 2012 ne diventa membro del comitato direttivo. Ha curato il volume Un welfare anziano. Invecchiamento della popolazione o ringiovanimento sociale? (Arel-Il Mulino, 2007) e pubblicato diversi articoli dedicati a temi economici e politici. Dal 2011 fa parte del comitato di redazione della rivista Italianieurope. 
Ha fatto, inoltre, parte della segreteria tecnica del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio durante il governo Prodi dal 2006 al 2008. Per Rai Educational, ha ideato e scritto la prima serie del programma E-cubo (Energia Ecologia Economia) e nel giugno 2008 la prima puntata della trasmissione ha vinto il premio speciale del festival europeo Ambiente "Green Wave 21° Century". 

Chiudi

Mandon
Intervento di Thierry Mandon all'Evento inaugurale di FORUM PA 2015
Thierry Mandon Ministro della Riforma dello Stato e della Semplificazione francese Biografia Vedi atti Guarda il video

Nato il 30 dicembre del 1957 a Losanna (Svizzera), si è laureato all’Università di Parigi in Scienze politiche. Inizia la sua carriera politica nel 1884, quando, ancora studente, si presenta alle elezioni regionali. Nel 1988 viene eletto deputato nell’allora nuovo dipartimento dell'Essonne situato nella regione dell'Île-de-France, mantenendo l’incarico fino al 1993. E' stato Presidente dell'Agenzia per l'economia dell’Essonne e Vice Presidente del Consiglio per la Semplificazione delle imprese. Il 3 giugno 2014 entra a far parte del Governo francesce, venendo nominato Segretario di Stato presso il Primo Ministro con l’incaricato della Riforma dello Stato e della semplificazione.

Chiudi

Modera

Ferragni
Intervento di Fabrizio Ferragni all'Evento inaugurale di FORUM PA 2015
Fabrizio Ferragni Vice Direttore Vicario - TG1 Vedi atti Guarda il video

Atti di questo intervento

sc01_20_ferragni_fabrizio.mp3

Chiudi

Torna alla home