Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 11:30 a 13:00

Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse [ sc.07 ]

Il monitoraggio continuo e strategico della spesa pubblica è reso possibile oggi da strumenti quali la fatturazione elettronica e la piattaforma di gestione del ciclo passivo, e può diventare più capillare ed efficace grazie alle iniziative di apertura dei dati che promuovono l’automiglioramento e l’accountability. Migliaia di amministratori pubblici oltre ai funzionari del Governo hanno adesso gli strumenti per una più accurata analisi dell’impiego delle risorse da trasformare in prassi di migliore utilizzo delle stesse, così da evitare sprechi e diseconomie e al tempo stesso razionalizzazione tagli ciechi. Il convegno, a cui ha assicurato la sua presenza il Ministro Pier Carlo Padoan, darà conto delle iniziative in atto con una particolare attenzione alle piattaforme messe recentemente al servizio dell’efficienza, della trasparenza e dell’uso dei dati per orientare le politiche.

Programma dei lavori

Modera

Forquet
Intervendo di Fabrizio Forquet al convegno "Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse"
Fabrizio Forquet Vicedirettore - Il Sole24Ore Vedi atti Guarda il video

Le tecnologie al servizio del monitoraggio della spesa pubblica

Icardi
Intervendo di Marco Icardi al convegno "Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse"
Marco Icardi Amministratore Delegato - SAS Italia Biografia Vedi atti Guarda il video

Amministratore delegato di SAS Italia dal 2010, nel 2012 Marco Icardi è stato nominato Vice President della Region SAS Central-East Europe e da gennaio 2017 è Vice President della nuova Region South East EMEA che comprende Italia, Spagna e Portogallo.

Marco Icardi ha iniziato la sua carriera nel settore IT nel 1990 come consulente e responsabile commerciale di IBM e in seguito è stato Large Enterprise Sales Director presso SAP.

È entrato far parte di SAS nel 1998, dove inizialmente ha ricoperto ruoli commerciali nel settore finanziario, per poi assumere progressivamente cariche di maggiore responsabilità, fino alla nomina di Direttore Sales e Amministratore Delegato di SAS Italia. Dopo la laurea in Ingegneria civile conseguita nel 1986 al Politecnico di Bologna, ha vinto una borsa di studio presso il Georgia Institute of Technology, negli Stati Uniti, e ha ampliato le sue specializzazioni grazie a numerose attività internazionali. È sposato e ha due figli; oltre a essere un appassionato giocatore di scacchi, nel tempo libero pratica il nuoto e lo sci, e si dedica alla lettura.

Chiudi

Atti di questo intervento

02_sc07_icardi_marco.mp3

Chiudi

Colella
Intervendo di Sergio Colella al convegno "Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse"
Sergio Colella Vice Presidente e Direttore Generale - HP Enterprise Services South Biografia Vedi atti Guarda il video

Sergio Colella is the Vice President and General Manager of HP Enterprise Services EMEA South (France, Iberia & Italy).

Mr Colella joined HP in 2014 as Regional VP of Enterprise Services Italy. Six months later, he extended his responsibility to the entire South Region. In his actual role, he is leading a step transformation to align organization, processes and talents to the fast changing, solution-led enterprise services business.

Prior to joining HP, Mr Colella built up a wealth of experience within Accenture, where he was Managing Partner in charge of the Automotive, Industrial Equipment, Infrastructure and Transportation practice for Europe & Latin America (EALA). He began his career in 1988 as management consultant at Accenture, where he has held a variety of leadership positions, achieving outstanding results in growing the business and successfully delivering a number of strategic acquisitions. Mr Colella has an extensive background in managing complex, large scale international IT transformation within leading companies in a number of industrial sectors in Europe.

Born in 1964 , Sergio Colella holds an Engineering Sciences degree from “Institut Supérieur d' Electronique de Paris” ( Isep ) as well as a Master in Engineering and Business Administration obtained from “Institut Supérieur des Affaires” (HEC Group). He is the CEO of ES SSC, the joint venture between HP and UniCredit/UBIS, dedicated to provide international HR services.

He is an active member of   various industrial association and other business related organizations.

Chiudi

Atti di questo intervento

03_sc07_colella_sergio.mp3

Chiudi

Verbo
Intervendo di Pierluigi Verbo al convegno "Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse"
Pierluigi Verbo Partner Public Sector - KPMG Advisory Spa Biografia Vedi atti Guarda il video

Partner di KPMG con significativa esperienza in progetti complessi, presso enti pubblici ed aziende private, nelle aree di intervento: organizzazione e processi; sistemi di governance; definizione e implementazione di modelli decisionali, gestionali ed operativi; sistemi di programmazione e controllo; metodologie di incremento delle performance e di revisione del modello dei servizi ed erogativo; supporto nelle attività di Change Management e razionalizzazione delle politiche di spesa; progettazione e realizzazione di interventi di Project e Program Management.

Ha svolto attività di docenza universitaria presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata e di formazione extra-universitaria e di convegnistica presso soggetti pubblici e privati sui temi del cost-saving, del controllo dei costi, e della razionalizzazione nell’uso di risorse pubbliche.

È attualmente docente del corso in “Planning and Strategic Management” nell’ambito del corso di Laurea Magistrale in “Tecnologie e gestione dell'innovazione” presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” per l’A.A. 2013/2014. E’ inoltre autore di diverse pubblicazioni.

Chiudi

Atti di questo intervento

04_sc07_verbo_pierluigi.mp3

Chiudi

Open data, accountability, valore pubblico

Alvino
Intervendo di Vittorio Alvino al convegno "Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse"
Vittorio Alvino Presidente - Associazione Openpolis Biografia Vedi atti Guarda il video

46 anni, aquilano, laureato in scienze politiche, presidente di Openpolis.
Quindici anni di esperienza con le nuove tecnologie della comunicazione e un forte interesse per i processi sociali e politici. Poi, finalmente, Openpolis, per realizzare il sogno di fare con la politica quello che Wikipedia ha fatto con la conoscenza e cioè renderla accessibile e modificabile con il contributo degli utenti.
Openpolis si occupa di progetti per l'accesso alle informazioni pubbliche, che promuovono la trasparenza e la partecipazione democratica dei cittadini della rete. E' un osservatorio civico della politica che analizza quotidianamente i meccanismi complessi che muovono l'Italia e fonte d'informazione riconosciuta dai media locali ed esteri, dalla classe politica e dai cittadini della rete. Openpolis affonda le radici nel movimento degli open data ed é parte del network internazionale delle PMO(Parliamentary Monitoring Organizations).

Chiudi

Atti di questo intervento

06_sc07_alvino_vittorio.mp3

Chiudi

Alleva
Intervendo di Giorgio Alleva al convegno "Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse"
Giorgio Alleva Presidente - ISTAT Biografia Vedi atti Guarda il video
Giorgio Alleva è presidente dell'Istat dal 15 luglio 2014.

Laureato in Economia e commercio con 110/110 e lode, è professore ordinario di Statistica presso la facoltà di economia dell'Università Sapienza di Roma, dove è entrato come ricercatore universitario nel 1983. In precedenza è stato ricercatore del Centro Studi Investimenti Sociali (Censis). Ha insegnato statistica anche presso l'Università Luiss "Guido Carli" di Roma e la Universidad del Salvador di Buenos Aires.

Ha svolto per molti anni attività di formazione specialistica in campo statistico ed economico, per l'Agenzia per lo sviluppo delle amministrazioni pubbliche, la Società italiana di statistica, l'Istituto superiore di formazione sui trasporti, il Formez, la Scuola superiore della Pubblica Amministrazione, ministeri, amministrazioni regionali e locali.

Prorettore dell'Università Sapienza dal 2012, è membro del Consiglio direttivo del Centro di ricerca della Sapienza in Studi europei e internazionali, e Presidente del Comitato tecnico scientifico dell'Istituto tecnico superiore per le tecnologie innovative per i beni e le attività culturali-turismo.

Dal 2005 al 2013 è stato direttore del Dipartimento di Metodi e modelli per l'economia, il territorio e la finanza della Sapienza, e dal 2002 al 2008 direttore del Centro interateneo per la tecnologia dell'informazione e della comunicazione nella ricerca e nella didattica.

Dal 2008 al 2011 è stato presidente del Nucleo di valutazione della Facoltà di Economia e del Corso di laurea magistrale "Management, innovazione ed internazionalizzazione delle imprese". Dal 2005 al 2006 direttore e membro del Consiglio Direttivo del Master di secondo livello in "Politiche di sviluppo e coesione e valutazione degli investimenti pubblici", attivato dal Consorzio NUR composto dalle Università di Roma La Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre.

Dal 2003 al 2011 è stato membro del Consiglio dell'Istat, che programma e indirizza l'attività dell'Istituto, e del Comitato per l'indirizzo e il coordinamento dell'informazione statistica (COMSTAT), che guida il Sistema Statistico nazionale. Dal 2010 al 2011 ha fatto parte della Task force per la progettazione di strumenti tecnici per il monitoraggio dello stato di applicazione del Codice italiano delle statistiche ufficiali.

Ha coordinato progetti e gruppi di lavoro per conto del Ministero del Lavoro e della previdenza sociale, dell'Istruzione, Università e ricerca, degli Affari esteri, delle Attività produttive, dei Trasporti ed infrastrutture, dell'Agenzia spaziale italiana, e di numerosi Centri di ricerca.

Nell'ambito dei suoi impegni internazionali, è stato coordinatore scientifico di progetti della Commissione Europea; ha curato progetti di ricerca e innovazione presso la FAO, la World Bank e l'Ocse.

Tra i progetti coordinati più recenti vi sono quelli finalizzati alla stima della probabilità di lavoro nero nelle imprese italiane, la costruzione di modelli interpretativi dell'inserimento di laureati nel mercato del lavoro e la progettazione del nuovo indice dei prezzi al consumo della Repubblica Argentina.

È autore di numerose pubblicazioni in campo statistico ed economico. I suoi settori di ricerca hanno tematiche rilevanti per la statistica ufficiale tra cui: i metodi di campionamento, la progettazione di indagini, la qualità dell'informazione e della statistica ufficiale, l'uso statistico di dati amministrativi di basi di dati; l'analisi dei dati territoriali e i metodi di statistica multivariata, la valutazione della redditività di investimenti pubblici e privati, la programmazione per obiettivi e la valutazione della performance, i modelli di domanda di trasporti.

Vive a Roma, è coniugato ed ha due figli.

Chiudi

Atti di questo intervento

07_sc07_alleva_giorgio.mp3

Chiudi

Castelli
Intervendo di Guido Castelli al convegno "Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse"
Guido Castelli Sindaco di Ascoli Piceno - e Delegato Anci per la Finanza Locale Vedi atti Guarda il video

Atti di questo intervento

09_sc07_castelli_guido.mp3

Chiudi

Zingaretti
Intervendo di Nicola Zingaretti al convegno "Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse"
Nicola Zingaretti Presidente - Regione Lazio Biografia Vedi atti Guarda il video

E' Presidente della Regione Lazio da febbraio 2013

E' stato  Presidente della Provincia di Roma, consigliere comunale di Roma (1991-1993), segretario nazionale della Sinistra Giovanile (1991-1995), presidente dell'Internazionale Socialista Giovani, segretario della federazione romana dei Democratici di Sinistra (2000-2004) e deputato del Parlamento europeo (2004-2008) per la lista di Uniti nell'Ulivo nella circoscrizione centro, ricevendo 213 mila preferenze. È stato iscritto al gruppo parlamentare del Partito del Socialismo Europeo.

È membro della Commissione mercato interno, della Commissione giuridica e della Commissione per lo sviluppo regionale, della Delegazione per le relazioni con Israele, della Delegazione per le relazioni con la Penisola coreana, della Delegazione alla commissione di cooperazione parlamentare UE-Russia.

È stato il relatore sul progetto di direttiva Ipred2 sull'accostamento della normativa penale del diritto d'autore che potrebbe portare ad un inasprimento delle pene per la pirateria informatica.

Chiudi

Atti di questo intervento

10_sc07_zingaretti_nicola.mp3

Chiudi

Conclude

Padoan
Pier Carlo Padoan a #FPA2015: "La spending review strumento per una migliore allocazione delle risorse"

L’azione politica deve essere orientata a cambiare i comportamenti, semplificare e ridurre gli ostacoli, fornire informazioni e servizi alle imprese. Parola del Ministro Padoan, a cui sono affidate le conclusioni del convegno “Dal privato cittadino alle casse pubbliche, e ritorno – Come creare valore collettivo con la buona gestione delle risorse”, nell’ambito di FORUM PA 2015. La strategia economica del Governo – prosegue- si articola su tre pilastri: riforme strutturali, investimenti e una politica di bilancio orientata alla crescita, cercando inoltre i valorizzare il rapporto tra Stato e cittadini.

In questo quadro la spending review è uno strumento, un processo continuo a cui partecipano tutti i livelli di governo che permette di migliorare i meccanismi di allocazione delle risorse, andando incontro a principi quali trasparenza ed efficienza, che il MEF sta perseguendo con impegno.

Sono tanti i buoni esempi nel nostro Paese a cominciare dalla fatturazione elettronica fino a Open Civitas, passando per le esperienze territoriali, prosegue il Ministro, e il policy maker deve essere un facilitatore, deve metterle insieme e sfruttare le sinergie che ne escono fuori.

Pier Carlo Padoan Ministro dell'Economia e delle Finanze Biografia Vedi atti Guarda il video

Pier Carlo Padoan è Ministro dell’Economia e delle Finanze dal 24 febbraio 2014.

Padoan è stato Professore di Economia presso l'Università La Sapienza di Roma e direttore della Fondazione Italianieuropei, centro di ricerca dedicato ai temi di politica economica e sociale.

Il 1° giugno 2007 ha assunto le funzioni di Vice Segretario Generale dell'OCSE. Il 1° dicembre 2009 è stato nominato anche Capo Economista, pur mantenendo il suo ruolo di Vice Segretario Generale. Oltre a dirigere il Dipartimento di Economia, Pier Carlo Padoan è stato Finance Deputy del G20 per l'OCSE e Capo della Strategic Response, Green Growth Strategy e della Innovation Strategy.

Dal 2001 al 2005 Pier Carlo Padoan è stato Direttore Esecutivo italiano al Fondo Monetario Internazionale, anche per conto di Grecia, Portogallo, San Marino, Albania e Timor Leste. Come membro del Consiglio Esecutivo, ne ha presieduto diversi comitati. Durante il mandato al FMI è stato incaricato anche del Coordinamento dell’Unione Europea.

Dal 1998 al 2001 è stato Consigliere Economico dei Presidenti del Consiglio Massimo D’Alema e Giuliano Amato, con incarichi di politica economica internazionale. Ha coordinato la posizione italiana nei negoziati per l’Agenda 2000 sul bilancio europeo, l’Agenda di Lisbona, il Consiglio Europeo, i vertici bilaterali e i Summit del G8.

Ha svolto incarichi di consulenza per la Banca Mondiale, la Commissione Europea e la Banca Centrale Europea.

Pier Carlo Padoan ha una laurea in Economia conseguita presso l’Università La Sapienza di Roma e ha ricoperto varie posizioni accademiche presso università italiane ed estere, ivi compresi il Collegio di Europa (Bruges e Varsavia), l’Università Libre de Bruxelles, l’Università di Urbino, l’Università de La Plata e l’Università di Tokyo. Ha pubblicato articoli su numerose riviste internazionali ed è autore di vari saggi e testi di economia e finanza.

Chiudi

Atti di questo intervento

11_sc07_pier_carlo_padoan.mp3

Chiudi

Torna alla home