Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 09:30 a 11:00

Open data in ambito parlamentare [ co.21 ]

Nel convegno sarà presentato il dossier "Gli Open Data in ambito parlamentare" in corso di pubblicazione e a breve disponibile on-line  sui siti di Camera e Senato. 
Il dossier è il risultato di uno studio condotto dal Centro Nexa Internet & Società del Politecnico di Torino in cooperazione con i Servizi Informatica della Camera e del Senato.
Lo studio è finalizzato ad analizzare il "fenomeno Open Data" dal particolare punto di vista del Parlamento che, per le sue finalità istituzionali, è sia fruitore che produttore di dati aperti e a diffonderne la conoscenza presso i cittadini, i soggetti interessati ai temi parlamentari e i potenziali sviluppatori di applicazioni web che possano approfondire aspetti diversi e specifici della vita parlamentare. 
Una maggiore conoscenza da parte dei parlamentari - ed in generale di tutti i "decisori pubblici" - delle potenzialità dell'apertura dei dati nel settore pubblico è peraltro fondamentale perché la crescente regolazione normativa in materia non sia da ostacolo ma favorisca uno sviluppo equilibrato e proficuo, anche sul piano economico, dei dati aperti.

 

Programma dei lavori

9.30 - Presentazione dell'incontro e dei partecipanti

De Petra
Intervento di Giulio De Petra al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Giulio De Petra Fellow - Centro Nexa Biografia Vedi atti

Esperto di innovazione tecnologica nelle pubbliche amministrazioni, ha maturato una pluriennale esperienza ricoprendo ruoli di direzione nell’Amministrazione centrale dello Stato e nelle Amministrazioni pubbliche regionali e locali. E’ stato Dirigente della Autorità per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione (AIPA), Direttore generale per l’e-government del Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio, Direttore dell’area Enti Locali del Centro Nazionale per l’Innovazione della Pubblica Amministrazione (CNIPA), Direttore generale per l’Innovazione della Regione Autonoma della Sardegna e della Regione Calabria, Dirigente di Informatica Trentina, società pubblica della Provincia Autonoma di Trento. E’ stato inoltre membro della Commissione per la Garanzia della Informazione Statistica della Presidenza del Consiglio. E’ attualmente fellow del centro di ricerche Nexa del Politecnico di Torino, membro del direttivo della Fondazione Astrid e membro della direzione del Centro per la Riforma dello Stato, nell’ambito del quale coordina il progetto “Scuola critica del digitale”.

Chiudi

Atti di questo intervento

01_co21_depetra_giulio.mp3

Chiudi

9.35 - Gli Open Data per un parlamento aperto

Di Giorgi
Intervento di Rosa Maria Di Giorgi al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Rosa Maria Di Giorgi Consiglio di Presidenza - Senato della Repubblica Biografia Vedi atti

Ho 59 anni, sono sposata con Roberto Bianchini, professore di Chimica all’Università di Firenze, e ho tre figli (Elena, Daniele e Marco).

Laureata in lettere e filosofia, sono prima ricercatrice al Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR) presso l’Istituto di Teoria e Tecniche dell’Informazione Giuridica (ITTIG) di Firenze, dove ho diretto il settore che si occupa di innovazione e semplificazione nella Pubblica Amministrazione.

Già componente del Comitato Scientifico Nazionale del Dipartimento ICT (Information and Comunication Technology) del CNR, sono stata coordinatrice della Rete Telematica della Regionale Toscana (RTRT). Sono autrice di varie pubblicazioni scientifiche tra cui i volumi “L’informatica del diritto” (Giuffrè 2004) e “Lo Stato essenziale. Semplicità, cultura e democrazia al tempo della rete” (ESI 2006), oltreché di vari articoli e saggi in materia di politiche culturali ed educative su riviste specializzate e quotidiani.

Mi sono impegnata in politica fin da giovane, con responsabilità di partito in materia di cultura, scuola, università e ricerca scientifica.

Ho svolto il ruolo di Capo Gabinetto con il Sindaco Mario Primicerio dal 1997 al 1999 e di Assessore alla Cultura con il Sindaco Leonardo Domenici dal 1999 al 2000.

Sono stata eletta nel Consiglio Comunale di Firenze nella consiliatura 2004-2009, ricoprendo l’incarico di vice-presidente del Consiglio, Capogruppo della Margherita e, successivamente, del Partito Democratico.

A partire dal 2004 fino al 2009, su nomina del Consiglio Regionale della Toscana, ho assunto il ruolo di Presidente della Fondazione Orchestra della Toscana presso il Teatro Verdi di Firenze.

Nuovamente eletta alle amministrative del 2009, sono stata chiamata a far parte della giunta del sindaco Matteo Renzi con delega all’Educazione, alla Legalità e ai Rapporti con il Consiglio Comunale.

Il 30 Dicembre 2012, le 7.710 preferenze raccolte in occasione delle primarie per i parlamentari del Partito Democratico mi hanno consentito di candidarmi nelle liste PD della Toscana per il Senato della Repubblica.

Sono stata quindi eletta senatrice alle elezioni politiche del 25-26 Febbraio 2013 e attualmente faccio parte del Consiglio di Presidenza del Senato con il ruolo di Senatrice Segretaria della Presidenza del Senato dal 21 marzo 2013.

Ho messo a disposizione del gruppo PD del Senato le competenze acquisite nel corso degli anni sia nella mia professione che negli incarichi pubblici e pertanto sono stata designata quale componente della 7ª Commissione Permanente “Istruzione pubblica, beni culturali, ricerca scientifica, spettacolo e sport” dal 19 marzo 2013.

Faccio parte inoltre, della Commissione parlamentare per la semplificazione dal 7 maggio 2013 e sono componente della Commissione parlamentare d’inchiesta sul rapimento e sulla morte di Aldo Moro dal 1 ottobre 2014.

Il mio lavoro in Parlamento

Chiudi

Atti di questo intervento

02_co21_digiorgi_rosamaria.mp3

Chiudi

9.45 - Motivazioni e genesi del Rapporto

Fioroni
Intervento di Mauro Fioroni al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Mauro Fioroni Direttore Servizio informatica - Senato della Repubblica Biografia Vedi atti

Laureato in Ingegneria elettonica a Roma nel 1982.

Dal 1984 al 1986 ha lavorato nel settore privato (Soc. Datamat e Auselda) su progetti di Office Automation in ambiente Unix tra cui il Progetto Borsamat di automazione della Borsa di Milano.

Dal 1986 lavora al Servizio Informatica del Senato principalmente nel settore dello sviluppo applicativo. Segue da allora le fasi di studio, fattibilità, analisi e sviluppo delle principali banche dati del Sistema Informativo Parlamentare del Senato. Dal 1995 ha seguito la progettazione e la realizzazione del sito Internet e del Portale Intranet del Senato e, in collaborazione con la Camera, del sito Parlamento.

Ha collaborato per il Senato a molti progetti interistituzionali, tra cui il progetto Normattiva con la Presidenza del Consiglio e la Camera, per la messa in rete della banca dati pubblica della normativa vigente.

Fino al Giugno 2010 ha diretto l'Ufficio Strumenti e tecnologie informatiche con vari incarichi relativi ai servizi Internet/Intranet del Senato, alla sicurezza ICT, all'E-learninge e all'integrazione con l'ICT Camera.

Dal luglio 2010, in qualità di Consigliere anziano, e dal 2014 come Direttore, è responsabile del Servizio Informatica del Senato: in tale veste coordina la predispozione con gli Uffici della relativa pianificazione strategica, con particolare attenzione all'ottimizzazione delle risorse informatiche (anche in relazione alle previste integrazioni con la Camera), ai sistemi di virtualizzazione e di Cloud Computing, ai servizi Open Dataed all'uso dei Social e Civic Media in ambito parlamentare .

Chiudi

Atti di questo intervento

03_co21_fioroni_mauro.mp3

Chiudi

9.50 - Open Data per la trasparenza e l'efficienza

D'Orta
Intervento di Marco D'Orta al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Marco D'Orta Dirigente Servizio Informatica - Camera dei Deputati Biografia Vedi atti

Laureato in Giurisprudenza all’università di Pisa nel 1987 e borsista del Seminario di diritto parlamentare “Silvano Tosi” di Firenze nel 1988.

Consigliere parlamentare della Camera dei deputati dal 1988, è stato responsabile della documentazione nell’area attività produttive, segretario di Commissioni parlamentari e d’inchiesta, coordinatore delle aree economato e lavori. Dal 2007 responsabile dell’Ufficio salute e sicurezza sul lavoro. Dal 2012 delegato alla conduzione del Servizio informatica: tra i progetti seguiti, lo sviluppo dei linked open data della Camera, la dematerializzazione dei documenti parlamentari, l’e-learning per i dipendenti interni, il sistema di votazione elettronica.

Chiudi

Atti di questo intervento

04_co21_d_orta_marco.mp3

Chiudi

9.55 - Presentazione del rapporto: obiettivi, metodo, struttura, contenuti e strumenti utilizzati

Iemma
Intervento di Raimondo Iemma al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Raimondo Iemma Nexa Center for Internet & Society - Politecnico di Torino - DAUIN Biografia Vedi atti

Raimondo Iemma ha conseguito la laurea in Ingegneria gestionale presso il Politecnico di Torino.
Tra il 2006 e il 2011 ha lavorato come ricercatore presso la Fondazione Rosselli e come project manager presso Cotec, una think tank italiana attiva su temi di politica dell'innovazione. Ha partecipato a diversi progetti dell'Unione Europea in ambiti riguardanti l'economia della scienza e le tecnologie emergenti e, dal 2009, collabora al progetto EVPSI. La sua attività di ricerca presso il Centro NEXA tratta dei costi e dell'impatto dei modelli Open Data, applicati in particolare al settore pubblico, in un'ottica multidisciplinare Internet Science, nonché delle implicazioni economiche del cloud computing.

Chiudi

10.05 - Una Roadmap degli Open Data parlamentari

Candia
Intervento di Elena Candia al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Elena Candia Servizio Informatica - Camera dei Deputati Biografia Vedi atti

Laureata in Economia e commercio con indirizzo informatico nel 1984 alla LUISS, dove per diversi anni ha collaborato all’insegnamento di corsi specialistici nell’ambito di “Organizzazione dei sistemi informativi aziendali”.

Dopo alcuni anni presso il gruppo Finsiel, dal 1988 lavora al Servizio Informatica della Camera dei deputati nel settore dello sviluppo applicativo in ambito documentale e legislativo, dove ora ricopre il ruolo di Capo Ufficio, curando la promozione e la gestione di diversi progetti, tra i quali il Portale Intranet e la Piattaforma Aperta di Documentazione digitale, ispirati ai principi dell’open source e open data. 

Nel 2010 ha promosso l’introduzione presso la Camera dei deputati dei principi del web semantico e dei Linked Open Data, curando la realizzazione dell’ontologia parlamentare OCD, del Portale Storico e del portale dati.camera.it. Sostenitrice dell’alto potenziale dei LOD, ne cura oggi l’impiego anche in diversi progetti in ambito Intranet.

Chiudi

10.15 - Prospettive nella produzione e nel consumo di dati aperti in Parlamento

Marchetti
Intervento di Carlo Marchetti al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Carlo Marchetti Servizio Informatica - Senato della Repubblica Biografia Vedi atti

Laureatosi con lode alla Sapienza in ingegneria informatica nel 1999, consegue il dottorato di ricerca presso il medesimo ateneo nel 2002, dopo aver servito come ufficiale del corpo ingegneri dell'Esercito Italiano. Dallo stesso anno è docente di ingegneria del software alla Sapienza, e collabora con diverse società internazionali in progetti di sviluppo. Successivamente è docente anche del master in "Interoperabilità delle Pubbliche Amministrazioni". Dal 2004 è Consigliere Parlamentare del Senato della Repubblica, dove dal 2008 è responsabile dell'Ufficio Sviluppo Sistemi Informativi Automatizzati. Ha collaborato con le Nazioni Unite e con la Commissione Europea in attività di assistenza tecnica ai parlamenti di Cambogia, Iraq, Romania, Vietnam e Montenegro. E' membro del comitato tecnico per l'informatizzazione del workflow normativo, del comitato di gestione del progetto X-Leges, e del comitato guida del progetto "Normattiva", costituiti presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. E' autore di circa 50 pubblicazioni scientifiche internazionali in materie informatiche.

Chiudi

Atti di questo intervento

07_co21_marchetti_carlo.mp3

Chiudi

10.25 - Conclusioni e suggerimenti per il futuro

Iemma
Raimondo Iemma Nexa Center for Internet & Society - Politecnico di Torino - DAUIN Biografia

Raimondo Iemma ha conseguito la laurea in Ingegneria gestionale presso il Politecnico di Torino.
Tra il 2006 e il 2011 ha lavorato come ricercatore presso la Fondazione Rosselli e come project manager presso Cotec, una think tank italiana attiva su temi di politica dell'innovazione. Ha partecipato a diversi progetti dell'Unione Europea in ambiti riguardanti l'economia della scienza e le tecnologie emergenti e, dal 2009, collabora al progetto EVPSI. La sua attività di ricerca presso il Centro NEXA tratta dei costi e dell'impatto dei modelli Open Data, applicati in particolare al settore pubblico, in un'ottica multidisciplinare Internet Science, nonché delle implicazioni economiche del cloud computing.

Chiudi

10.35 - Tavola rotonda di discussione del rapporto con esponenti della comunità nazionale Open Data

Modera

Artusio
Intervento di Claudio Artusio al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Claudio Artusio Centro Nexa su Internet e Società Biografia Vedi atti

Claudio Artusio graduated in Law at the Univerisity of Turin in 2009. He collaborates with the Nexa Center since the spring of 2010 focusing on Public Sector Information (PSI). Since 2013 he is a Staff Research Fellow, performing support and research in the field of open contents and open licenses: currently, he provides front office assistance for Creative Commons Italia and is the operations manager of SeLiLi – the Free Licenses Service clinic. In addition, he follows the advancement of the LAPSI2.0 and PASTEUR4OA projects and manages the development of the research performed by the Nexa Center on the Legal Aspects of Service Robotics and on the exploitation of Open Data within the Italian Parliament. Previously, he managed the contents of the EVPSI Research Project and the LAPSI Thematic Network websites, both dedicated to PSI, and studied the potential connections between Trademarks (and related IP rights) and PSI within the EVPSI Project. 

Chiudi

Partecipano

Alvino
Intervento di Vittorio Alvino al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Vittorio Alvino Presidente - Associazione Openpolis Biografia Vedi atti

46 anni, aquilano, laureato in scienze politiche, presidente di Openpolis.
Quindici anni di esperienza con le nuove tecnologie della comunicazione e un forte interesse per i processi sociali e politici. Poi, finalmente, Openpolis, per realizzare il sogno di fare con la politica quello che Wikipedia ha fatto con la conoscenza e cioè renderla accessibile e modificabile con il contributo degli utenti.
Openpolis si occupa di progetti per l'accesso alle informazioni pubbliche, che promuovono la trasparenza e la partecipazione democratica dei cittadini della rete. E' un osservatorio civico della politica che analizza quotidianamente i meccanismi complessi che muovono l'Italia e fonte d'informazione riconosciuta dai media locali ed esteri, dalla classe politica e dai cittadini della rete. Openpolis affonda le radici nel movimento degli open data ed é parte del network internazionale delle PMO(Parliamentary Monitoring Organizations).

Chiudi

Atti di questo intervento

09_co21_alvino_vittorio.mp3

Chiudi

Napolitano
Intervento di Maurizio Napolitano al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Maurizio Napolitano Spaghetti Open Data Biografia Vedi atti

Maurizio Napolitano è coordinatore del Digital Commons Lab della Fondazione Bruno Kessler di Trento - nodo dell'Open Data Institute.
Ha studiato sociologia, ma è appassionato di informatica attraverso lo stretto contatto con la comunità hacker. Sviluppatore di software, esperto di dati geografici e tecnologie geospaziali. Si interessa ai processi per la costruzione della conoscenza condivisa.
Forte sostenitore del movimento open source e di progetti come OpenStreetMap e Wikipedia. Portavoce per l'Italia di Open Knowledge Foundation - http://okfn.org. Fra i maggiori referenti della comunità open data italiana e internazionale. Membro del comitato scientifico dell'agenda digitale della Regione Emilia-Romagna. Una buona etichetta per definirlo è "civic hacker".

Chiudi

Atti di questo intervento

10_co21_napolitano_maurizio.mp3

Chiudi

Signore
Intervento di Oreste Signore al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Oreste Signore W3C Biografia Vedi atti

Nato nel 1946, laureato in Fisica nel 1970, Oreste Signore è stato dipendente CNR dal 1973 al 30 giugno 2012, concludendo la sua carriera con la qualifica di Dirigente Tecnologo presso l' Istituto di Scienza e Tecnologie dell' Informazione "A. Faedo" (ISTI), il nuovo Istituto nato dalla fusione tra CNUCE e I.E.I. Attualmente è associato alla ricerca presso l'ISTI.
I suoi interessi scientifici sono nell' area dei Sistemi Informativi, nel cui ambito si è occupato di basi di dati, progettazione concettuale, ipermedia, interfacce utente, applicazioni web, information retrieval, ingegneria del software (in particolare di reverse engineering). È autore di più di  300 tra libri, lavori e presentazioni in riviste e atti di convegni nazionali e internazionali. 
Ha ricoperto un ruolo importante nella definizione degli standard per il catalogo nazionale dei beni culturali. In suoi interessi scientifici attuali sono orientati verso Semantic Web e Linked Open Data. Ha partecipato ai lavori della segreteria tecnico-scientifica della Commissione interministeriale permanente per l'impiego delle ICT a favore delle categorie deboli o svantaggiate. È il responsabile dell' Ufficio Italiano W3C presso il C.N.R. fin dalla sua costituzione (1999).

 

 

Chiudi

Atti di questo intervento

11_co21_signore_oreste.mp3

Chiudi

Lupo
Intervento di Caterina Lupo al convegno "Open data in ambito parlamentare"
Caterina Lupo Consulente ICT Biografia Vedi atti

Alternando esperienze lavorative in società private (Engineering, gruppo Olivetti, gruppo Unisys) e in ambito pubblico (Ministero della Giustizia, AIPA, CNIPA), attualmente libera professionista, collaboro con Stati Generali dell'Innovazione. Laureata in Matematica presso l'università "Federico II" di Napoli, ho iniziato a lavorare negli Stati Uniti allo studio delle applicazioni del calcolo numerico nella ricerca chimica. Le attività successive si sono incentrate su tematiche relative a Intelligenza Artificiale in ambito industriale, Information retrieval testuale in ambito giuridico, knowledge management, open standard e open data.

Chiudi

Atti di questo intervento

12_co21_lupo_caterina.mp3

Chiudi

Torna alla home