Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 11:30 a 13:00

L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO [ co.47 ]

Federsanità ANCI, nell’ambito del progetto europeo STOPandGO, ha il compito di diffondere in Italia e in Europa il Procurement per soluzioni innovative per le Aziende Sanitarie.
La Tavola Rotonda affronta il tema delle Aziende Sanitarie come driver di sviluppo. Comprando innovazione, da un lato possono migliorare lo stato di salute dei cittadini orientando l’erogazione verso un’assistenza sociale e sanitaria sempre più appropriata e sostenibile, e dall’altro possono stimolare un adeguato sviluppo industriale.
Verranno discusse le potenzialità di uno specifico strumento, il Public Procurement for Innovation, attraverso la presentazione delle attività svolte nell’ambito del progetto europeo STOPandGO di cui è partner Federsanità ANCI, insieme alla ASL RM D, all'ASP CZ e all'ARSAN Campania.
Il progetto si inserisce nelle strategie europee sulle Cure Integrate (ospedaleâterritorio, sanitariosociale), nell'ambito del Partenariato Europeo per l'Innovazione sull'Invecchiamento Attivo e in Salute (EIPonAHA).
Scopo del progetto è produrre una serie di bandiâtipo, da adattare a livello locale, per l'acquisto di servizi sanitari e sociali basati sull'uso appropriato delle tecnologie digitali (sistemi informativi, telesalute, teleassistenza, dispositivi mobili, domotica, etc.).
Per questo è stato prodotto un modello di riferimento, denominato "European Specification
Template" (EST), da cui verranno ricavati i diversi bandiâtipo, specifici per gli scenari di assistenza o più rilevanti.
In questo periodo l’EST è sottoposto ai commenti in una "Open Market Consultation" e fungerà da guida, all’interno del progetto, per un insieme di gare di appalto di servizi sanitari e sociali in quattro Paesi europei. Da questa attività preparatoria scaturiranno i bandiâtipo che potranno essere utilizzati, con opportuni adattamenti, nelle situazioni locali.
In Italia l’'approccio rientra nelle linee del Patto di Sanità Digitale, promosso dal Ministero della Salute nel luglio scorso, in cui è prevista la coâprogettazione di modelli di cura innovativi e soluzioni tecnologiche.

Programma dei lavori

11.30 - 11.40 Introduzione alla Tavola Rotonda

Del Favero
Intervento di Angelo Lino Del Favero al convegno "L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO"
Angelo Lino Del Favero Presidente nazionale FederSanità ANCI e Direttore Generale ISS Biografia Vedi atti

Angelo Lino Del Favero, 64 anni, è dal Marzo 2014 Direttore dell’ISS (Istituto Superiore di Sanità). Presidente di Federsanità – ANCI dal 2009, ha ricoperto l’incarico di Direttore Generale per diverse aziende, per ultimo dell’Azienda Ospedaliera Città della Salute e della Scienza di Torino. Proveniente dal settore privato ha seguito sia sul piano della ricerca sia su quello operativo, le tematiche di innovazione organizzativa e gestionale in particolare nell’area del rapporto pubblico privato – governo dei costi e accuntability – processi di qualità – reingegnerizzazione del processi produttivi dei servizi. È stato consulente esperto del Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maurizio Sacconi e dell’attuale Ministro della Sanità Beatrice Lorenzin, membro della Commissione tecnica paritetica per l’attuazione del federalismo fiscale (COPAFF) e consulente di alcune Regioni interessate dai piani di rientro per il settore sanitario.  È inoltre docente all’Università Luiss Guido Carli (Divisione Luiss business school) e membro dell’Aies (Associazione italiana di economia sanitaria). Del Favero è anche socio SIQuAS-VRQ (Società italiana per la qualità dell’assistenza sanitaria), e autore di numerose pubblicazioni in materia di management sanitario.

Chiudi

Atti di questo intervento

01_co47_delfavero_angelolino.mp3

Chiudi

11.40 - 12.40 L'Innovazione dei modelli di cura

Le policy pubbliche sulle malattie croniche e gli anziani

Terranova
Intervento di Lorenzo Terranova al convegno "L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO"
Lorenzo Terranova Centro Studi Federsanità ANCI Vedi atti

Dal Chronic Care Model all'Integrated Care

Desideri
Intervento di Enrico Desideri al convegno "L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO"
Enrico Desideri Direttore Generale USL 8 Arezzo - e Vice Presidente Vicario Federsanità ANCI Biografia Vedi atti

Nato a Bologna il 17/2/1951, si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Siena il 12/4/1976. Specializzato in Medicina del Lavoro (1979) presso l'Università degli Studi di Milano, è iscritto alla Scuola di Specializzazione in Igiene e medicina preventiva.
Nel corso della sua attività formativa ha sviluppato e approfondito metodologie pedagogiche, principi e strumenti per la epidemiologia, soprattutto in campo oncologico, tecniche di comunicazione e di verifica e revisione della qualità. Ha effettuato un corso di formazione in "Programmazione, management ed economia sanitaria" diretto alle Direzioni Sanitarie, organizzato dalla SDA Bocconi di Milano e svoltosi nel 2003 in varie sedi presso le Aziende toscane. Ha effettuato, nell'anno 2004, il percorso formativo di formazione manageriale di cui all'art . 7 DPR n. 484 / 10.12.1997 previsto per l'Area di sanità pubblica.

Esperienze professionali
Dal 1977 al 1983 ha svolto attività in qualità di medico convenzionato nel servizio di Medicina del Lavoro, inizialmente preso la ex USL 32 Amiata e, successivamente, presso la ex USL 28 di Grosseto. Dal 30/11/1983 al 31/8/1987 è stato Dirigente sanitario di ruolo nel settore operativo di Medicina del lavoro presso la ASL 9 di Grosseto, dove, dal 1988 al 1994 è primario dell'U.O. Servizio Prevenzione Igiene sui Luoghi di Lavoro. Sempre presso la Usl 9 di Grosseto, dal 1/9/1994 al 10/12/2000, ha ricoperto l'incarico di Direttore Sanitario.Dal 12/12/2000 al 07/03/2004 è stato Direttore Sanitario Azienda Ospedaliera Careggi e, dal 08/03/2004 al novembre 2006, Direttore Generale dell'Azienda Ospedaliero Universitaria Pisana.
Commissario  dell'Azienda Sanitaria di Arezzo dal 26 maggio 2009, dal 2 luglio ricopre l'incarico di Direttore Generale.

Alcune note professionali
Nel decennio 1985-95 ha partecipato attivamente a numerosi studi epidemiologici in campo oncologico di livello nazionale; è stato Corresponsabile della Commissione Regionale Permanente istituita con la Legge 30/9/1998 n° 71, per la innovazione e sperimentazione, ed ha partecipato al Comitato Tecnico del Centro Scienze Neurologiche organizzato in Area Vasta presso l'Azienda Ospedaliera Senese.Dal 1998 al 2004 è stato componente del Consiglio Sanitario Regionale e dell'Ufficio di Presidenza dello stesso Consiglio, promuovendo, dal 2002 al 2004, la redazione di linee guida regionali e coordinando, in prima persona, la redazione delle linee guida sull'ictus. Il 10/05/07 è stato designato dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome quale rappresentante nel Nucleo di Affiancamento di cui all'accordo del 13/03/2007 tra Ministeri della salute,dell'economia e delle finanze e regione Campania per la redazione -approvazione del Piano di Rientro (ex legge finanziaria 2005).
E' componente di 2 Nuclei di Valutazione (ASL di Massa e Carrara e ASL di Pistoia) ed ha ricevuto vari incarichi da parte dell'assessorato al Diritto alla salute della Regione Toscana (definizione programma sanitario di supporto alla sanità palestinese e coordinamento progettazione e costituzione di un Centro per la Ricerca Clinica in ambito oncologico di Fase I) e dall'Agenzia Nazionale per i servizi sanitari regionali (Coordinamento Scientifico del "Programma di ricerca corrente: Strumenti e modelli di programmazione reti ospedaliere)".

E' autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche su riviste italiane ed inglesi ed è stato docente al corso di qualificazione ad infermiere professionale e di abilitazione a funzioni direttive di assistenza infermieristica, nella materia di medicina sociale, medicina preventiva, riabilitativa ed igiene del lavoro.
Dal 1996 al 2002 ha svolto attività di docenza presso l'Università degli Studi di Firenze per la Scuola di Specializzazione in Medicina del Lavoro.Collabora con l'Università degli Studi di Siena, Scuola di Specializzazione in Igiene, epidemiologia e sanità pubblica.

Chiudi

Atti di questo intervento

03_co47_desideri_enrico.mp3

Chiudi

I PDTA dal Chronic Care Model all’Integrated Care

Noto
Intervento di Giuseppe Noto al convegno "L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO"
Giuseppe Noto Direttore Sanitario - ASP Palermo Vedi atti

Co‐progettazione di modelli di cura innovativi e soluzioni tecnologiche negli appalti sulle cure integrate: il progetto STOPandGO

Rossi Mori
Intervento di Angelo Rossi Mori al convegno "L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO"
Angelo Rossi Mori Unità di Coordinamento del Progetto STOPandGO Biografia Vedi atti

Angelo Rossi Mori è un ricercatore sulla eHealth presso l’Istituto Tecnologie Biomediche, Consiglio Nazionale delle Ricerche, a Roma. Le sue ricerche sono incentrate su studi comparativi sui principi di progettazione e la valutazione di impatto delle strategie nazionali e regionali di eHealth. Sta sviluppando metodologie per implementare politiche sanitarie avanzate a livello regionale o nazionale, per una diffusione equilibrata delle tecnologie digitali (eHealth, telemedicina, mHealth, domotica) in tutti i settori della salute. Ha assistito le autorità sanitarie regionali di Sicilia, Campania, Calabria su un approccio sostenibile alla eHealth e telemedicina moderna. Altri temi di ricerca riguardano l’interoperabilità semantica, dataset clinici, EHR. PDTA. 

Chiudi

12.40 - 13.10 Esempi di gare di appalto previste all’interno progetto STOPandGO

STOPandGO e l’attuazione di una strategia regionale innovativa per l’assistenza integrata agli anziani e l’invecchiamento sano e attivo

Caropreso
Intervento di Mariarosaria Caropreso al convegno "L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO"
Mariarosaria Caropreso Dirigente responsabile Sezione “Ricerca e Innovazione” - ARSan Campania Vedi atti

Il procurement di servizi di assistenza innovativi per l’anziano potenziati dalle tecnologie digitali

Panella
Intervento di Vincenzo Panella al convegno "L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO"
Vincenzo Panella Direttore Generale - ASL Roma D e Relazioni Istituzionali Federsanità ANCI Vedi atti

Le tecnologie digitali nella Casa della Salute e per l’anziano attivo: le sfide di procurement innovativo in Calabria

Romano
Intervento di Giuseppe Romano al convegno "L'acquisto di servizi sanitari innovativi: l'approccio del progetto STOPandGO"
Giuseppe Romano Direttore del Servizio Informativo Aziendale - ASP Catanzaro Biografia Vedi atti

Laurea in Fisica conseguita presso l’Università degli Studi di Messina. Direttore del Servizio Informativo Aziendale, sviluppo delll’attuale sistema informativo dell’Azienda Sanitaria di Catanzaro, integrando le varie tecnologie ed applicativi esistenti. Mansioni e responsabilità di livello manageriale, gestendo autonomamente induzione e controllo della spesa ed atti programmativi di rilevanza aziendale, essendo lo stesso inserito in posizione di staff alla Direzione strategica dell’Azienda Sanitaria di Catanzaro,nel campo del’ICT, comunicazione, formazione e sistemi di valutazione.

Chiudi

13.10 - 13.30 Discussione plenaria: Stimolare l’innovazione in sanità attraverso appropriate strategie di procurement: il ruolo di Federsanità ‐ ANCI

Panella
Vincenzo Panella Direttore Generale - ASL Roma D e Relazioni Istituzionali Federsanità ANCI
Rossi Mori
Angelo Rossi Mori Unità di Coordinamento del Progetto STOPandGO Biografia

Angelo Rossi Mori è un ricercatore sulla eHealth presso l’Istituto Tecnologie Biomediche, Consiglio Nazionale delle Ricerche, a Roma. Le sue ricerche sono incentrate su studi comparativi sui principi di progettazione e la valutazione di impatto delle strategie nazionali e regionali di eHealth. Sta sviluppando metodologie per implementare politiche sanitarie avanzate a livello regionale o nazionale, per una diffusione equilibrata delle tecnologie digitali (eHealth, telemedicina, mHealth, domotica) in tutti i settori della salute. Ha assistito le autorità sanitarie regionali di Sicilia, Campania, Calabria su un approccio sostenibile alla eHealth e telemedicina moderna. Altri temi di ricerca riguardano l’interoperabilità semantica, dataset clinici, EHR. PDTA. 

Chiudi

Torna alla home