Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 09:30 a 11:15

Open, Smart & Small: Grazie a una startup l'utopia diventa best practice [ ws.18 ]

Può un piccolo comune di appena duemila abitanti raggiungere un primato a livello nazionale e diventare best practice?

Sedilo, comune in provincia di Oristano lo è diventato adottando un sistema informativo territoriale all'avanguardia e sempre interoperabile con l'Agenzia dell'Italia Digitale.

Grazie a GeoNue, un servizio web, semplice, economico e open, progettato da una giovane start up (Nordai) anche i piccoli enti possono, con una spesa adeguata al proprio bilancio, dotarsi di un sistema “SMART” di gestione e pianificazione del territorio; mettersi in regola con gli obblighi legislativi di comunicazione delle banche dati all’AGID (RNDT) e condividere i dati pubblici come Open Data, favorendo il ri-uso dei dati e generando un beneficio economico per i singoli e per la collettività.

I protagonisti di questa esperienza raccontano come rendere ripetibile questo progetto a costi contenuti.

Programma dei lavori

Intervengono

Ciasullo
Gabriele Ciasullo Dati pubblici - Agenzia per l'Italia Digitale Biografia

Gabriele Ciasullo, laureato in Scienze Politiche presso l'Istituto Universitario Orientale di Napoli ha iniziato a lavorare nella pubblica amministrazione nel 1983, presso il Ministero di Economia e Finanza dove, tra l'altro, e stato responsabile di uno dei sistemi informativi dell'Amministrazione (dal 1997 al 2000) e del processo di digitalizzazione della Direzione Generale di appartenenza.

Nel 2001 inizia a lavorare presso l'Agenzia per l'Italia Digitale (già AIPA, CNIPA e DigitPA), dove si è occupato, tra gli altri, dei temi connessi al settore dell'Informazione Geografica. In tale contesto, ha seguito definizione del profilo italiano per l'implementazione del catalogo nazionale dei metadati relativi ai dati territoriali, in linea con il contesto normativo nazionale ed europeo (Direttiva INSPIRE) ed è attualmente responsabile del Repertorio nazionale dei dati territoriali istituito presso l'Agenzia; cura gli adempimenti dell’art. 59 del CAD, segue le attività dei gruppi di lavoro per l'aggiornamento delle regole tecniche sui dati geospaziali in conformità con la direttiva INSPIRE tra cui, in particolare, quelle relative al SINFI (Sistema Informativo Nazionale Federato delle Infrastrutture), al profilo nazionale di metadati, e quelle relative ai Database Geotopografici.

Dal 2013 ha cominciato ad occuparsi anche delle attività relative alle tematiche relative alla strategia sui dati della pubblica amministrazione: è responsabile del servizio “Banche dati e Open Data” dell’Area “Architetture, standard e infrastrutture”, cura in particolare, gli adempimenti connessi all’attuazione dell’art. 52 del CAD e alla implementazione della direttiva PSI (Public Sector Information) per gli aspetti di competenza dell’Agenzia, ed è attualmente responsabile del Catalogo nazionale dei dati aperti della P.A. (dati.gov.it), coordina l'Area di lavoro condivisa su Data Management e Open data nel contesto del network OT11-OT2.

Chiudi

Rotundo
Antonio Rotundo Area Architetture, standard e infrastrutture RNDT - Repertorio Nazionale Dati Territoriali Biografia

Ingegnere per l’ambiente e il territorio, ha fatto dell'informazione geografica la sua passione e la sua professione. Come esperto dati territoriali, ha collaborato, negli anni, con diversi Enti e società, tra cui il Centro Cartografico della Regione Calabria, Lait SpA, Lombardia Informatica, CISIS.
Collabora, da circa 10 anni, con l’Agenzia per l’Italia Digitale per la progettazione, l’implementazione e la gestione del Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali, il catalogo nazionale dei metadati sui dati territoriali e i relativi servizi, istituito con l’art. 59 del CAD. In tale contesto, ha partecipato alle attività di definizione del modello concettuale e delle specifiche tecniche di RNDT, basati sugli Standard ISO, OGC e sulle regole tecniche definite nell’ambito di INSPIRE e supporta le PA a rendere conoscibili e accessibili i propri dati e servizi conformemente agli standard di settore.
Sempre in AgID ha collaborato ad altre attività relative all’interoperabilità semantica e alle strategie sui dati della PA.
Partecipa anche a Gruppi di Lavoro istituiti a livello europeo nell’ambito di INSPIRE e del programma ISA

Chiudi

Belisario
Ernesto Belisario Partner Studio E-Lex, Tavolo permanente per l’innovazione e l’agenda digitale italiana , Vice presidente - associazione "Digital Champions” Biografia

Avvocato, specializzato in diritto amministrativo ed esperto di diritto delle tecnologie. Ha scritto i libri “La nuova Pubblica Amministrazione Digitale”, “Diritto tra le nuvole: profili giuridici del cloud computing” ed è coautore – tra gli altri – dei testi “I siti web delle Pubbliche amministrazioni” e “Come si fa open data”. È stato Vice Presidente dell’Associazione “Digital Champions” e Segretario Generale dell’Istituto per le Politiche dell’Innovazione.

Chiudi

Cocco
Umberto Cocco Giornalista e Sindaco - Comune di Sedilo
Gaias
Sebastiano Gaias Progettista del Piano Particolareggiato del Centro Storico di Sedilo Biografia

Sebastiano Gaias, architetto, nato in Australia nel 1961, si laurea a Roma nel 1991 con Francesco Cellini con una tesi di Laurea in composizione architettonica (progetto di un museo archeologico all’interno dell’area Fenicio Punica di Tharros, 110/110 e lode).
http://www.studiogaias.com/230_627.php

Chiudi

Mameli
Giovanni Mameli Avvocato, Ph.D. - Founder - Nordai Biografia

Avvocato. Laureato alla Luiss Guido Carli di Roma. Ha conseguito un dottorato di ricerca in Diritto Tributario Europeo alla SEAST dell’Università di Bologna. Docente e relatore in numerosi master e convegni universitari.

Dal 2002 collabora con lo Studio Fantozzi & Associati. Membro del consiglio direttivo IFA Italia. Ha trascorso un periodo di formazione/ricerca prima presso l’International Bureau of Fiscal Documentation di Amsterdam e poi presso la Commissione Europea. 

Svolge attività di consulenza e assistenza giudiziaria di imprese private (con particolare predilezione per le startup e imprese innovative), amministrazioni locali e regionali in materia di fiscalità internazionale e europea, e in materia di aiuti di Stato. 

Fondatore e coordinatore dell’osservatorio AiutidiStato.org; blogger su iAvvocato.eu. 

Chiudi

Torna alla home