Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 15:45 a 17:15

Monitoraggio delle politiche pubbliche [ ws.109 ]

Con “monitoraggio delle politiche pubbliche” si intende l’attività di analisi della politica fiscale e monetaria allo scopo di metterne in evidenza eventuali punti di forza e di debolezza. In questa sessione, si tratterà delle più recenti tecniche econometriche in grado di misurare l’effetto causale delle politiche implementate e si approfondiranno due aspetti specifici: l’impatto del Quantitative Easing sul ciclo economico italiano e gli effetti distorsivi della pressione fiscale sulle scelte di finanziamento delle imprese in Italia.

Programma dei lavori

Coordina

De Santis
Roberta De Santis Dipartimento per l'integrazione, la qualità e lo sviluppo delle reti di produzione e di ricerca - ISTAT Biografia

Roberta De Santis attualmente lavora come ricercatore senior presso il servizio di Studi Econometrici e Previsioni Economiche dell'Istat. Precedentemente, è stata economista senior presso l'Istituto di Studi e Analisi Economiche (ISAE). Ha conseguito il dottorato presso l'Università di Roma La Sapienza dove tiene da alcuni anni un corso di European Economics . E' stata visiting fellow presso l'Economic Growth Centre di Yale e la Federal Reserve Bank di San Francisco ed è autore di numerosi contributi scientifici in tema di politica economica europea, commercio internazionale, tematiche ambientali e smart city pubblicati sulle principali riviste internazionali e italiane.

Chiudi

Valutazione delle politiche pubbliche: difficoltà e possibili soluzioni

In un’ottica di razionalizzazione della spesa pubblica è cruciale valutare quale parte della spesa pubblica è improduttiva. A tal scopo, negli anni recenti sono state sviluppate tecniche econometriche in grado di misurare l’effetto causale delle politiche implementate e dunque stimarne gli effetti prodotti. Tale approccio scientifico al problema si scontra con resistenze e luoghi comuni circa la valutazione delle politiche pubbliche. Il seminario mira a far luce sui recenti sviluppi scientifici, la cosiddetta metodologia del controfattuale, evidenziandone potenzialità e limiti, e al contempo sgomberando il campo da equivoci e approcci alternativi non direttamente volti alla stima dell’effetto causale.

Ventura
Intervento di Marco Ventura al seminario "Monitoraggio delle politiche pubbliche"
Marco Ventura Dipartimento per l'integrazione, la qualità e lo sviluppo delle reti di produzione e di ricerca - ISTAT Biografia Vedi atti

Marco Ventura è ricercatore presso il servizio Studi Econometrici e Previsioni Economiche dell’Istat. Ha conseguito un Master presso il Birkbeck College della University of London e un dottorato presso l’Università degli studi di Roma La Sapienza. Ha lavorato come consulente del Ministero dello Sviluppo Economico ed ha insegnato valutazione delle politiche pubbliche e previsioni economiche presso la Scuola Superiore di Economia e Finanza, attuale Scuola Nazionale dell’Amministrazione. E’ autore di numerosi contributi scientifici in riviste internazionali.

Chiudi

Atti di questo intervento

ws_109_marco_ventura.pdf

Chiudi

Il monitoraggio degli effetti della politica monetaria: il caso del Quantitative Easing

Per ricondurre le aspettative dell’Euro zona verso la stabilità dei prezzi, nel corso del 2015 e del 2016 la BCE rafforza in senso espansivo la politica monetaria attraverso un programma di acquisto di titoli pubblici e privati dell’Eurosistema (Quantitative easing). I canali attraverso cui ci si attende che l’azione della Bce possa produrre effetti sul livello obiettivo dell’inflazione e sulla crescita sono diversi, tra cui il miglioramento delle aspettative, il calo dei rendimenti dei tassi a lungo termine, il deprezzamento del tasso di cambio e la ripresa dei prestiti a imprese e famiglie.
Al fine di monitorare i possibili effetti per l’economia italiana e misurare l’eventuale impatto del QE sul ciclo economico, sono stati condotti alcuni esercizi di simulazione utilizzando il modello macroecometrico internazionale di Oxford Economics. In particolare, gli esercizi offrono una misurazione controfattuale di tali effetti, disegnando lo scenario economico che si determinerebbe nell’Area euro in assenza degli interventi della Bce per il biennio 2015-16.

Fantozzi
Intervento di Daniela Fantozzi al seminario "Monitoraggio delle politiche pubbliche"
Daniela Fantozzi Dipartimento per l'integrazione, la qualità e lo sviluppo delle reti di produzione e di ricerca - ISTAT Biografia Vedi atti

Attualmente lavora presso il servizio di Studi Econometrici e Previsioni Economiche dell’Istat dove cura lo sviluppo del modello di previsioni a breve termine SMeMo-it (Short-term macro-economic model), occupandosi delle previsioni a più passi dei deflatori impliciti e del deflatore del PIL trimestrale come sintesi. Precedentemente è stata Project manager del Grant Eurostat “Estimations for the geographical breakdown of imports and exports” e ha lavorato sulla stima della domanda estera per i conti economici trimestrali di Contabilità nazionale, partecipando anche al Working group Balance of Payment di Eurostat.
Ha collaborato al programma di assistenza tecnica del Quadro comunitario di sostegno (QCS) per la valutazione delle politiche di sviluppo 2000-2006 nelle regioni Obiettivo 1, per il quale ha tenuto numerosi interventi formativi. Inoltre ha svolto attività di docenza in materie macro economiche e sui metodi per la valutazione delle politiche pubbliche presso l’Università degli studi di Cassino (Fr) e altri atenei. E’ autrice di alcuni studi e contributi scientifici relativi agli indicatori per lo sviluppo territoriale e per la valutazione del welfare in Italia, e ultimamente anche in tema di metodi per l’aggregazione statistica di serie temporali.

Chiudi

Atti di questo intervento

ws_109_daniela_fantozzi.pdf

Chiudi

Indicatori forward-looking per la valutazione delle politiche fiscali sulle imprese

Per valutare l’effettiva pressione fiscale e i suoi effetti distorsivi sulle scelte di finanziamento delle imprese è possibile calcolare indicatori di tipo forward-looking su ipotetici progetti di investimento, secondo l’approccio di M. Devereux e R. Griffith. Questi indicatori, come ad esempio il costo del capitale o le aliquote effettive medie di imposta, sono particolarmente adatti per misurare il cuneo fiscale sul capitale (e quindi gli incentivi generati dal sistema fiscale sugli investimenti futuri) e il divario nel trattamento fiscale tra il ricorso al capitale proprio e al capitale di terzi. Le specificità della tassazione italiana generano, però, problemi teorici e pratici per il calcolo di tali indicatori: in questo seminario, dopo aver introdotto i principali indici, spiegheremo come superare questi problemi e quindi analizzeremo, proprio attraverso il costo del capitale, gli effetti delle due principali e più recenti riforme fiscali: l’introduzione nel 2008 di un limite alla deducibilità degli interessi passivi e l’introduzione nel 2011 di una deduzione della remunerazione “ordinaria” del capitale proprio (ACE – Aiuto alla Crescita Economica).

Di Biagio
Intervento di Lorenzo di Biagio al seminario "Monitoraggio delle politiche pubbliche"
Lorenzo Di Biagio Dipartimento per l'integrazione, la qualità e lo sviluppo delle reti di produzione e di ricerca - ISTAT Biografia Vedi atti

Lorenzo Di Biagio attualmente lavora presso il servizio di Studi Econometrici e Previsioni Economiche dell'Istat, occupandosi prevalentemente dello sviluppo del modello di microsimulazione Istat-MATIS per l'analisi della tassazione e degli incentivi alle società di capitali. Precedentemente ha svolto attività di ricerca in matematica in varie università italiane ed europee . Ha conseguito il dottorato in matematica presso l'Università di Roma La Sapienza, e un Master of Advanced Study presso l’università di Cambridge.  Ha tenuto corsi ed esercitazioni all’Università Roma Tre, tra cui il corso di Statistica Inferenziale e il laboratorio di R.  E’ autore di alcuni contributi scientifici in matematica, pubblicati su riviste internazionali, e ultimamente anche in tema di microsimulazioni e tassazione. 

Chiudi

Atti di questo intervento

ws_109_lorenzo_dibiagio.pdf

Chiudi

Torna alla home