Torna a Eventi FPA

partner

Emc Computer Systems Italia

Con 24.7 miliardi di dollari di ricavi annui e 70.000 dipendenti in oltre 60 Paesi, EMC è leader mondiale nelle tecnologie, soluzioni e servizi di gestione dell’infrastruttura informativa, la risorsa più importante per tutte le società; in Italia, EMC -  presente dal 1987 -  conta circa 500 dipendenti, distribuiti lungo tutta la penisola, e si rivolge, oltre che ad aziende di ogni dimensione e settore industriale, al mondo della Pubblica Amministrazione.

 

In particolare, EMC supporta i clienti nella gestione, archiviazione, protezione e analisi dei dati in maniera flessibile, affidabile e in totale sicurezza. Le sue soluzioni permettono di trasformare i modelli e i processi della PA ottenendo una maggiore efficienza operativa, una riduzione dei costi e della complessità di gestione.

 

In quest’ottica, la società promuove la Digital Transformation che, se attuata anche tra istituzioni e governi, apporta un vero cambiamento in termini di semplificazione interna e un miglioramento dei servizi pubblici, favorendo la partecipazione attiva del “cittadino digitale” e la diffusione di una reale cultura di innovazione.

 


E' partner di

martedì, 26 Maggio 2015

martedì, 26 Maggio 2015

15:00
17:30

Salute digitale: spendere meno e curare meglio[co.07]

Alla fine del processo che vede ancora al lavoro Governo e Regioni, avremo il Patto per la sanità digitale.

Il risparmio viene da più parti quantificato in miliardi: circa 7. Ma è necessario evitare facili entusiasmi: pur considerando tutti l’e-health un fattore abilitante per l’evoluzione dei modelli assistenziali e organizzativi, dobbiamo constatare, da tempo, una contrazione anno su anno della spesa per la digitalizzazione della Sanità.

Allora come verrà finanziato questo passaggio alla sanità digitale non più rinviabile per garantire al nostro SSN appropriatezza, efficienza nella risposta alle vecchie e nuove domande di salute?

Quale sarà la governance di sistema dell’innovazione del nostro SSN che permetterà di rispettare la tabella di marcia disegnata per raggiungere quegli obiettivi definiti strategici e prioritari?

Quali i momenti e gli strumenti di misurazione dell’avanzamento del programma?

I lavori della giornata punteranno a dare una risposta a questi interrogativi, evidenziando alcune tra le priorità di intervento, e in particolare:

  • i servizi digitali al cittadino, l’empowerment del paziente e l’utilizzo dei social media per la salute;
  • le nuove modalità di interazione multidisciplinare tra professionisti in ambito ospedaliero e territoriale;
  • i servizi per la continuità assistenziale ospedaleâterritorio e i nuovi modelli di cura, tra cui la telemedicina;
  • il procurement dell’innovazione e le partnership pubblico-privato in sanità.

mercoledì, 27 Maggio 2015

09:30
11:15

L’Analisi previsionale a supporto delle decisioni strategiche[ws.02]

Analisi previsionale e business analytics, sono le parole chiave del tavolo di lavoro organizzato da FORUM PA all’interno della manifestazione di Maggio.

Come riuscire a passare da una gestione degli enti con un approccio puramente giuridico-amministrativo a una gestione di tipo manageriale in cui l’accurata analisi ed interpretazione dei dati diventa la base di partenza per l’ottimizzazione dei costi, e l’integrazione tra Amministrazioni centrali e Amministrazioni locali che abilitano la pianificazione ottimale dei servizi erogati a cittadini ed imprese?

L’obiettivo finale di questo incontro è attivare la disponibilità di basi dati, interpretandole e rendendole funzionali  attraverso gli strumenti analitici per ricavare informazioni utili alle decisioni strategiche.

Per iscriversi all'evento inviare la propria candidatura a d.tiseo@forumpa.it

giovedì, 28 Maggio 2015

15:00
17:30

Programmazione europea, programmazione Paese: costruiamo l’Italia del 2020[sc.06]

Il ciclo dei fondi europei 2014-2020 è forse l’ultima programmazione in cui avremo a disposizione una così rilevante mole di risorse: oltre 50 miliardi di euro tra fondi strutturali, e cofinanziamento nazionale, senza contare i fondi diretti di Cosme e HORIZON 2020.  Il Paese ed il Sud in particolare non possono permettersi di sprecare quest’occasione e per riuscire è necessario creare una forte coerenza tra strategia di rilancio del Sistema Paese e programmazione dei fondi comunitari. Le risorse ci sono e le linee di intervento sono definite: crescita digitale, innovazione delle aree metropolitane, infrastrutture, ambiente, cultura, inclusione e lavoro e, non ultima, la capacità amministrativa. Quello che nei prossimi sei anni segnerà il vero successo nell’utilizzo dei fondi sarà una strategia nazionale chiara di crescita promossa e sostenuta dal Governo, obiettivi misurabili, una governance efficace per la gestione delle azioni che preveda un forte sostegno alla progettualità e un focus rafforzato sull'attuazione.

 

Torna alla lista dei Partner