Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 14:00 a 14:50

Innovazione, complessità, nuovi paradigmi [ ps.09 ]

a cura di Stati Generali dell'Innovazione

La Società interconnessa è una società ipercomplessa che si caratterizza per l'esistenza e la costante evoluzione dialettica di "forze" contrastanti:da una parte,l'interdipendenza  (e l'interconnessione) sempre più radicale di sistemi e sottosistemi,dall'altra, la spinta alla frammentazione e all'autonomia  degli stessi. Tale contesto richiede un ripensamento del paradigma e,allo stesso tempo,la ridefinizione di modelli, strumenti, strategie operative, pratiche. Ciò significa anche,e soprattutto, iniziare ad educare e formare alla complessità ed alla prospettiva sistemica per rinnovare le culture organizzative e (perfino) la sensibilità etica degli attori sociali coinvolti. Il principio attivo del ChangeMaking riguarda la linea di ricerca-azione rivolta alla gestione creativa del cambiamento, nell'ambito di strategie d'innovazione sociale come quelle inerenti le smart cities, smart communities, rigenerazione urbana, marketing territoriale, urbanistica partecipativa, turismo esperienziale. Ma perché si attivi questa innovazione di processo sono necessarie le condizioni abilitanti:metodologie come quelle di performing media capaci per coniugare l'azione locale nelle strategie globali del web rivelando quella resilienza capace di esprimere una creatività connettiva che traduca la crisi in crescita.
 
Cosa impareranno i partecipanti : strategie di lungo periodo in grado di accompagnare l'evoluzione tecnologica e i processi di innovazione sociale, modelli di gestione del bene comune, metodologie di innovazione di processo.

Programma dei lavori

Intervengono

Dominici
Piero Dominici Docente universitario e formatore professionista - Università degli studi di Perugia Biografia

Piero Dominici (PhD) Docente universitario e formatore professionista, insegna Comunicazione pubblica presso l’Università degli studi di Perugia. Membro dell’Albo dei Revisori MIUR, fa parte di Comitati scientifici nazionali e internazionali. Ha svolto, inoltre, attività di docenza e ricerca presso numerosi atenei anche internazionali.

Si occupa da vent’anni di complessità e di teoria dei sistemi con particolare riferimento alle organizzazioni complesse ed alle tematiche riguardanti l’innovazione, la cittadinanza, la democrazia, l’etica pubblica. Svolge attività di ricerca, formazione e consulenza presso organizzazioni pubbliche e private. Ha partecipato, e tuttora partecipa, a progetti di rilevanza nazionale e internazionale, con funzioni di coordinamento.

Relatore a convegni internazionali, collabora con riviste scientifiche e di cultura. Autore di numerosi saggi e pubblicazioni scientifiche, tra le quali: Per un’etica dei new-media (1998); La comunicazione nella società ipercomplessa.Istanze per l’agire comunicativo (2005); La società dell’irresponsabilità (2010); La comunicazione nella società ipercomplessa. Condividere la conoscenza per governare il mutamento (2011); Dentro la Società interconnessa. Prospettive etiche per un nuovo ecosistema della comunicazione (2014); Communication and Social Production of Knowledge. A new contract for the Society of Individuals, in «Comunicazioni Sociali», n°1/2015, Vita & Pensiero, Milano 2015; Tra sicurezza e libertà, tra controllo e cooperazione. Nuovo ecosistema della comunicazione e terrorismo, in U.Conti (a cura di). Elementi per una sociologia del terrorismo. Temi e strumenti di ricerca. Rubbettino, Soveria Mannelli, 2016.

Chiudi

Infante
Carlo Infante Presidente di Urban Experience - - Co-fondatore Stati Generali dell'Innovazione Biografia

Carlo Infante è docente freelance di Performing Media, progettista culturale,  brainstormer, opinionista e presidente-managing director di Urban Experience.

Ha diretto, negli anni Ottanta, festival come Scenari dell’Immateriale, condotto (anche come autore) trasmissioni radiofoniche su Radio1 e Radio3, televisive comeMediamente.scuola su RAI3  e  Salva con Nome su RAInews24 (nel 2009). Ha  ideato (in occasione delle Olimpiadi Torino 2006)  format web, come il geoblog(che permetteva di scrivere storie nelle geografie, ben prima di GoogleMaps), che esplicitano la tensione creativa di una Social Innovation agita nel territorio (come è accaduto con i Performing Media Lab in Salento, per La Notte della Taranta, e in Piemonte all’interno di un Bene Confiscato alle Mafie di cui è titolare con l’associazione teatron.org). E’ autore, tra l’altro, di Educare on line (1997, Netbook), Imparare giocando(Bollati Boringhieri, 2000), Edutainment (Coop Italia, 2003), Performing Media. La nuova spettacolarità della comunicazione interattiva e mobile(Novecentolibri, 2004), Performing Media 1.1 Politica e poetica delle reti(Memori, 2006) e di molti altri saggi e articoli per più testate (tra cui NOVA-Sole24ore,  Tiscali  e L’Unità, per cui ha curato l’inserto mensileUniTag). E’ tra i fondatori di  Stati Generali dell’Innovazione. Ha curato per l‘Enciclopedia Italiana Treccani (Scienza e Tecnica- doppio volume su Informatica) il saggio Culture Digitali e diversi lemmi correlati.

Chiudi

Torna alla home