Torna a Eventi FPA

Programma Congressuale

Torna alla home

  da 14:30 a 16:15

Si può fare sanità vicina al cittadino se… [ ws.14 ]

L’introduzione delle tecnologie all’interno dei processi organizzativi in sanità può produrre un’effettiva democratizzazione dei servizi, consentendone un accesso equo, economico ed universale da parte dei cittadini. In tal senso l’eHealth sta producendo una vera rivoluzione nel mondo della sanità che oggi è imprescindibile dai servizi digitali inclusi quelli di telemedicina. Di fronte alle sfide di innovazione imposte dalla ristrettezza di risorse nella rapida evoluzione dei bisogni di salute, il mondo della sanità si apre al contributo e al valore che ciascun cittadino, affinato e sempre più evoluto nella cultura digitale, può offrire ed è disposto ad offrire. Una nuova filosofia di pianificazione,  programmazione e co-design dei servizi che mette effettivamente al centro la persona, sia in veste di operatore che di utilizzatore finale di tali servizi, puntando ad una sostenibilità reale dell’offerta per garantire una sanità che parte dai bisogni.

Sono questi i temi sui quali sui quali Arsenàl.IT offre un’occasione di dibattito e confronto a livello nazionale il giorno 27 maggio alle ore 14.30 nell’ambito del Forum PA 2015, all’insegna dello slogan #sipuòfarese. Nello specifico affronteremo il tema “sipuofaresanitàvicinalcittadinose…“.

A partire da un caso reale, saranno affrontati gli aspetti sociali dell’evoluzione dei servizi sociosanitari, lasciando poi spazio ad un panel di esperti chiamati a portare il punto di vista dei vari attori coinvolti nella silenziosa rivoluzione in atto nel mondo della sanità. Sui temi affrontati potrà intervenire il pubblico, sostanziando concretamente il dibattito. 

Programma dei lavori

Modera

Veraldi
Antonio Veraldi Direttore Marketing Strategico - FPA Biografia

Da anni lavora per costruire, consolidare e allargare reti di amministratori pubblici, di professionisti della sanità pubblica e privata, di esponenti delle professioni, di ricercatori e di manager delle imprese. L'obiettivo è promuovere e facilitare l’incontro e lo scambio di idee, competenze e esperienze tra tutti questi soggetti, autori dell'innovazione della PA e dei sistemi territoriali. 

Chiudi

Case history

Collicelli
Intervento di Carla Collicelli al seminario "Si può fare sanità vicina al cittadino se…"
Carla Collicelli Advisor scientifico - Fondazione Censis Vedi atti

Atti di questo intervento

ws_14_collicelli_carla.pdf

Chiudi

Tavola rotonda

Aceti
Tonino Aceti Coordinatore nazionale Tribunale dei diritti del malato - Cittadinanzattiva Biografia

Tonino Aceti, 36 anni, in Cittadinanzattiva dal 2003, è il Coordinatore Nazionale del Tribunale per i diritti del malato, (TDM) e aggiunge questa carica a quella di Responsabile del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici (CnAMC). Ha dapprima operato nel front office del Pit Salute, il servizio di consulenza e tutela del Tribunale per i diritti del malato per 4 anni, successivamente è stato a capo dell’Ufficio studi e documentazione del TDM, e responsabile del Coordinamento nazionale delle Associazioni dei Malati Cronici dal 2009. E’ stato inoltre membro del Comitato Etico del Policlinico Umberto I di Roma, e componente della Commissione Ministeriale per la Semplificazione Amministrativa in materia di invalidità civile e handicap. Attualmente è anche componente dell’”Osservatorio Nazionale sulla condizione delle persone con disabilità” istituito presso il Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali, nonché componente della "Conferenza permanente per la programmazione sanitaria e socio sanitaria della Regione Molise". Ad agosto 2014 è nominato, quale esperto delle politiche della cronicità nelle Commissioni preposte alla stesura del Piano nazionale della cronicità previsto dal Patto della salute 2014 – 2016. Il 25 novembre 2014 riceve il Premio “Ali di Antea” per la sensibilità dimostrata nel testimoniare il valore imprescindibile della vita e per l’impegno profuso nella diffusione di una cultura delle Cure Palliative. Con Decreto del Ministro della salute nel mese di maggio, 2015 è nominato componente del Comitato Tecnico Sanitario del Ministero della Salute, sezione cure palliative e terapia del dolore L. 38/2010. E’ componente del Tavolo Innovazione istituito presso la Direzione Generale Dispositivi medici e Farmaci del Ministero della Salute. Nel mese di aprile 2016 nominato Componente della Consulta Civica sulla Sanità Regione Molise. Nel mese di giugno 2016 nominato responsabile scientifico della ricerca sulla “Valutazione partecipata del grado di umanizzazione degli ospedali”, promossa e finanziata da AGENAS. Per il secondo anno componente del Comitato scientifico del Forum Risk Management della Fondazione Sicurezza in Sanità. 

Chiudi

Dario
Claudio Dario Presidente - Arsenàl.IT - Centro Veneto Ricerca ed Innovazione per la Sanità Digitale Biografia

Medico con specializzazioni in cardiologia, igiene e medicina preventiva, da gennaio 2013 è Direttore Generale dell’Azienda Ospedaliera di Padova. In precedenza, dal 2003 al 2013 ha rivestito il ruolo di Direttore Generale dell’Azienda ULSS 9 Treviso e, da maggio a dicembre 2012 dell’Azienda ULSS 7 Pieve di Soligo. Oltre ai vari incarichi ricoperti, è stato direttore sanitario dell’Azienda ULSS 16 Padova. Nell’ambito delle iniziative comunitarie nel campo dell’eHealth è stato project coordinator di importanti progetti di studio e per lo sviluppo di servizi di telemedicina, quali ad esempio HEALTH OPTIMUM e RENEWING HEALTH. Nel 2005 è stato prima tra i fondatori del Consorzio di Telemedicina e poi nel 2009 del Consorzio Arsenàl.IT, che presiede tutt’ora. Già delegato per l’Italia dell’European Space Agency (ESA) Working Group on Telemedicine via Satellite – “Telemed Working Group” per la predisposizione del programma strategico di telemedicina, nel 2011 è stato nominato esperto delegato alla partecipazione alle attività dei Gruppi di Lavoro e Comitati del Consiglio dell’Unione Europea e della Commissione Europea, dalla Commissione Affari Comunitari e Internazionali della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.

Chiudi

Moretti
Giorgio Moretti Amministratore Delegato - Dedalus Biografia

Nato nel 1961, Giorgio Moretti mentre si laurea in Medicina, inizia fin da subito ad occuparsi di informatica, concentrando prevalentemente su questa materia la sua carriera professionale.

Nel 1982 è il fondatore della Quasar Spa, società specializzata nell’informatica per la medicina e nell’informatica finanziaria.

Nel 1983 è promotore dello sviluppo del primo prodotto software in Italia per l’informatizzazione del medico di famiglia denominato Olimedi ed operativo sui primi Personal Computer disponibili sul mercato.

Dal 1985 inizia ad occuparsi operativamente dello sviluppo di software a supporto dei mercati finanziari, contribuendo direttamente alla progettazione di prodotti riferiti ai soggetti aderenti alle Borse Valori nazionali.

Dal 1991 costituisice una Joint Venture con Datamat, già al tempo una delle principali realtà nazionali di ICT, per la realizzazione di un prodotto a supporto delle Società di Intermediazione Mobiliare, nate a seguito dell’evoluzione del mercato finanziario domestico. Il prodotto, denominato Datasim, è uno dei più significativi casi di successo nazionali, rappresentando il prodotto di riferimento dei principali gruppi bancari nazionali oltre che delle sussidiarie italiane di primari gruppi finanziari mondiali.

Nel 1998, insieme ai soci fondatori di Datamat ed alcuni fondi tra cui 3i, Banca Intesa e PEP, promuove il riacquisto della stessa società da Banca di Roma. Datamat rappresentava l’eccellenza nazionale nel settore dell’ICT per la Difesa e l’Aereospazio, delle Banche e Finanza e per settori complessi del mercato delle Telecomunicazioni, con sedi operative in oltre 10 paesi esteri tra cui Francia, Stati Uniti, Svizzera e Gran Bretagna.

Nel 2000 segue il processo di quotazione di Datamat, che aveva raggiunto oltre 2.000 dipendenti ed un fatturato di oltre 180 Ml di euro, oltre ad una serie di operazioni di M&A, realizzate nel 2001 e 2002 aggiungendo alla specifica competenza tecnica anche una significativa esperienza di finanza straordinaria.

Dal 1999 al 2005 Moretti é Consigliere di Datamat con le deleghe operative e strategiche per i mercati di Banche, Finanza e Sanità.

Dal 2003 assume la carica di Amministratore Delegato di Dedalus spa, Azienda operante nel settore della sanità pubblica e privata controllata da Datamat.

Nel 2005, al momento della costituzione del consorzio Ci.COM, il consorzio nazionale per lo sviluppo della cooperazione medica, Moretti ne assume il ruolo di Presidente.

Al termine del 2005, a seguito della cessione di Datamat a Finmeccanica, è promotore dell’MBO di Dedalus, azienda di cui è oggi azionista di maggioranza relativa, Presidente ed Amministratore Delegato.

Dal 2006 gestisce un’ intensa azione di acquisizioni di società nell’ICT sanitario, grazie anche all’ingresso di Fondi Istituzionali di Investimento ( IMI Fondi Chiusi ,Sici,  Mandarin CP e Hutton Collins ), portando il Gruppo Dedalus ad una dimensione nazionale che lo colloca al primo posto fra le Aziende del settore. Nel 2008 avvia lo sviluppo internazionale di Dedalus verso mercati ad alto potenziale di crescita: Cina, Sud Africa, Turchia in particolare. Dall’inizio del 2006 ad oggi Dedalus passa da 7 Ml di Euro di ricavi, 80 persone ed un pareggio di Ebitda ad oltre 71 Ml di Euro di ricavi, oltre 950 persone e circa 17.5 Ml di Ebitda.

Dal gennaio 2009 è azionista di riferimento e Presidente di En-eco, spin off universitario e società operativa nel R&D e produzione di prodotti nel settore delle energie rinnovabili, con particolare riguardo al micro eolico ed ai panneli solari, prodotti con caratteristiche uniche sul mercato mondiale. La società ha avviato la produzione industriale nel 2011 a valle dell’ingresso del Fondo Sici nell’azionariato per supportare l’espansione internazionale. Vende prevalentemene fuori dall’Italia.

Nel luglio 2009 diventa Presidente della Quadrifoglio Spa, società municipalizzata per la gestione dell’igiene ambientale del comprensorio di Firenze con oltre 1100 dipendenti ed un fatturato di 150 Ml di Euro e 25 Ml di Ebitda, con lo spirito di dedicare tempo e competenze alla società civile. Gli utili netti aumentano da meno di 1 Ml nel 2008 a circa 2,5 Ml nel 2011.

Dall’inizio del 2012 è Presidente di Q-Thermo, società detenuta da Quadrifoglio spa ed Hera Spa, costituita per la realizzazione del Termovalorizzatore di Firenze con un investimento previsto di circa 200 Ml di Euro.

Dal settembre 2010 è Presidente della Fondazione “Angeli del Bello” che si occupa di volontariato per la cura della bellezza della Città di Firenze.

Chiudi

Ugenti
Rossana Ugenti Direttore Generale, Direzione Generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del SSN - Ministero della Salute Biografia
Avvocato, ha iniziato la carriera direttiva amministrativa nel 1987 presso il Ministero della salute, dove ha ricoperto diverse posizioni organizzative come funzionario e poi come dirigente, con responsabilità crescente fino ad essere nominata, nel marzo 2008, Direttore Generale del Sistema Informativo e statistico sanitario del Ministero della salute, incarico che ha ricoperto fino al 14 settembre 2014. Dal 15 settembre 2014 è Direttore Generale delle professioni sanitarie e delle risorse umane del Servizio sanitario nazionale del Ministero della salute.
 
E’ stata componente, quale rappresentante per l’Italia, dell’e-Health Network, organismo istituito in attuazione dell’art. 14 della Direttiva 2011/24/UE sull’assistenza transfrontaliera, cui partecipano le autorità nazionali competenti in materia di assistenza sanitaria on line, e di numerosi organismi
nazionali competenti in materia di ICT e di sanità elettronica. E’ componente del Comitato paritetico permanente per la verifica dei livelli essenziali di assistenza, istituito presso il Ministero della salute. E’ stata componente della Commissione Consultiva per le problematiche in materia di
medicina difensiva e di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie, istituita presso il Ministero della salute. E’ presidente della Sezione “Osservatorio nazionale sullo stato di attuazione dei programmi di adeguamento degli ospedali e sul funzionamento dei meccanismi di
controllo a livello regionale e aziendale” del Comitato Tecnico Sanitario, di cui all’art. 4, comma 1, lettera i), del D.P.R. n. 44 del 2013, del Ministero della salute. Responsabile, per l’Italia, del work package “Exchange of good practices in planning and forecasting methodologies”,
nell’ambito del progetto europeo “Joint Action on Health Workforce Planning and Forecasting”.
 
Ha svolto attività di Docenza in corsi di Formazione manageriale in materia di sanità pubblica e di organizzazione e gestione sanitaria, organizzati dall’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), nonché nell’ambito di Master universitari di I livello e di II livello in materia di
management della sanità e servizi giuridici in sanità. Autrice di pubblicazioni e numerosi articoli su riviste specializzate in materia di ICT e di eHealth, relatrice in convegni nazionali e giornate di studio in materia di investimenti strutturali in sanità nonché in vari convegni di livello nazionale ed internazionale in materia di sanità elettronica e in materia di professioni sanitarie.
 

Chiudi

Torna alla home